Italia-Fracia Under 21 0-1 Cornet decide la gara

L’Italia, prima del Girone 2, contro la Francia, capolista del Girone 3 delle qualificazioni all’Europeo di categoria. é un’amichevole di lusso quella che si gioca stasera al Penso di Venezia in ricordo di Valeria Solesin, la giovane ricercatrice unica vittima italiana degli attentati terroristici di Parigi del 13 novembre scorso.

FORMAZIONI: Italia – Francia

ITALIA Under 21 (4-3-3): Gollini; Conti, Caldara, Ferrari, Calabria; Pellegrini, Cataldi, Grassi; Berardi, Cerri, Ricci. Ct Di Biagio

FRANCIA Under 21 (4-3-3): Didillon; Gbamin, Mendy, Kimpembe, Bakaioko; Koziello, Lemar, Haller; Cornet, Dembelé, Pavard. Ct Mankowski

ARBITRO: Kovacs (Rom)

CRONACA:

La squadra azzurra parte di slancio e si propone subito pericolosamente in attacco. Dopo quattro minuti di gara é proprio capitan Berardi a cercare l’incursione vincente dalle parti di Didillon, ma il portiere francese respinge bene la conclusione ravvicinata. La Francia non riesce a costruire gioco in maniera pericolosa per la difesa azzurra e così la squadra di Di Biagio riesce a mantenere il pallino del gioco e costringere sulla difensiva i francesi. Al 10′ ancora Didillon protagonista sulle conclusioni di Grassi e Cerri. L’Italia meriterebbe il vantaggio, ma ciò che manca agli azurrini é la concretezza sottoporta. Il livello agonistico é alto e non mancano gli scontri a dimostrazione che l’amichevole tra Francia ed Italia é sempre molto sentita. Alla mezz’ora brivido per Gollini su retropassaggio avventato di Caldara. Nel finale di tempo l’Italia colpisce anche un palo con Grassi su assist di Ricci. Dopo altre conclusioni fuori di poco di Ricci e Pellegrini arriva per l’Italia la doccia fredda: a pochi secondi dal fischio di fine primo tempo il francese Maxwell Cornettrova la palla buona in mezzo all’area azzurra e riesce ad infilare la rete difesa da Gollini.

La squadra azzurra riparte nel secondo tempo con grande energia e voglia di riagguantare il risultato. Rispetto al primo tempo anche la squadra francese é scesa in campo più determinata e quadrata, così per la squadra di Di Biagio risulta più complicato imporre il proprio gioco. I francesi si fanno pericolosi soprattutto sulle fasce, come con Lemar sulla destra, contro cui Calabria va un po’ troppo in difficoltà. L’Italia ci prova, ma forse con troppa foga e poco ragionamento, rendendo le cose più semplici all’attenta difesa francese, che fa poi ripartire sempre pericolosamente l’azione offensiva, tanto che sono maggiori le occasioni da goal dei francesi rispetto a quelle italiane. Di Biagio manda in campo anche alcuni debuttanti come Capezzi e Biraschi. Nel finale la Francia rimane in 10 per il doppio giallo rimediato da Mendy e l’Italia va vicina al pareggio con Masina, ma il suo tap in su respinta corta di Didillon é impreciso.

Il risultato non cambia e così la Francia riesce a portare a casa la vittoria.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter