Italia dall’ansia alla festa: 5-0 al Liechtenstein

L’Italia sbatte contro il muro avversario fino al 35′, prima di trovare il vantaggio con uno splendido gol dell’attaccante del Napoli Lorenzo Insigne e poi di dilagare nella ripresa: vanno a segno anche Andrea Belotti, Eder, Federico Bernardeschi e Manolo Gabbiadini. Spagna sempre prima per la differenza reti: il 2 settembre servirà solo la vittoria nello scontro diretto.

FORMAZIONI:

Italia (4-4-2): Buffon; Darmian, Barzagli, Chiellini, Spinazzola; Candreva, Pellegrini, De Rossi, Insigne; Immobile, Belotti. All. Ventura.

Liechtestein (4-1-4-1): Jehle; Rechsteiner, Malin, Gubser, Goppel; Polverino; Salanovic, Hasler, Buchel, Burgmeier; Frick. All. Pauritsch

CRONACA:

L’Italia gioca un brutto primo tempo contro il Liechtenstein, rischiando addirittura di andare sotto, ma poi si sblocca e chiude in crescendo con una ‘manita’ che, però, non serve a molto in ottica differenza reti. La Spagna, vittoriosa 2-1 in Macedonia, rimane avanti in classifica e l’Italia dovrà comunque andare a vincere a casa delle Furie Rosse per appropriarsi del primo posto nel girone.
Immobile ha sprecato troppo per uno come lui, Insigne ha dato la scossa con una magia, mentre sono stati decisivi i cambi di Ventura con Eder, Bernardeschi e Gabbiadini tutti e tre a segno nel giro di mezz’ora.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter