Italia da impazzire, oro nell’inseguimento!

L’Italia conquista la medaglia d’oro nell’inseguimento a squadre maschile superando la Danimarca nella sfida decisiva. Il quartetto azzurro vince ancora in rimonta, con Filippo Ganna fenomenale per chiudere il gap sugli avversari e condurre la squadra a un trionfo storico, con tanto di nuovo record del mondo

Una gara da favola. L’IZU Velodrome si trasforma nel teatro dei sogni azzurri, con il quartetto dell’inseguimento a squadre protagonista di un oro storico: Filippo Ganna, Simone Consonni, Jonathan Milan e Francesco Lamon battono la Danimarca campione del mondo e riportano l’Italia del ciclismo su pista al trionfo olimpico dopo 61 anni. Una gara che ha tante similitudini con il turno precedente: la vittoria in rimonta, il nuovo record del mondo e per finire la debordante superiorità di Ganna nel finale. La squadra del CT Marco Villa parte più forte e al secondo chilometro è in testa di un decimo sugli scandinavi. Che però accelerano, mettendo sempre più “luce” tra sé e gli azzurri. Prima dell’ultimo cambio in testa, l’Italia paga oltre otto decimi. Ma non è finita, ovviamente. Perché Filippo da Verbania va al comando e con una progressione straordinaria trascina i compagni al trionfo.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter