Italia bersagliata dal Portogallo: 1-0

L’Italia perde di misura a Lisbona, ma devono ringraziare il portiere del Milan, determinante in almeno tre occasioni. Decide la rete dell’ex rossonero André Silva. Complessivamente negativa la prova della squadra di Mancini

FORMAZIONI:

Portogallo (4-3-3): Patricio; Cancelo, Pepe, Dias, Rui; Pizzi, Neves, Carvalho; Bruma, Silva, Silva. All. Santos.

Italia (4-3-3): Donnarumma; Lazzari, Caldara, Romagnoli, Criscito; Cristante, Jorginho, Bonaventura; Zaza, Immobile, Chiesa. All. Mancini.

CRONACA:

L’approccio è tutt’altro che incoraggiante, preludio di una frazione nel complesso insufficiente per voglia e ritmi. Il Portogallo fa valere la maggiore aggressività soprattutto a centrocampo, reparto chiave che raccoglie le lacune più evidenti degli azzurri, a tratti in balia degli avversari. Romagnoli respinge sulla linea il tiro a botta sicura di Bernardo Silva, Cristante rischia il clamoroso autogoal con un intervento da censura. Ad andare vicino alla rete anche il compassato William Carvalho, il che la dice tutta sulla sterile opposizione degli undici di Mancini. Zaza e Immobile ‘spuntati’ in avanti, Chiesa costretto in più di una circostanza a sacrificarsi in zona difensiva.

Il discorso non cambia nemmeno al ritorno in campo dagli spogliatoi: i più pericolosi sono sempre i portoghesi che legittimano la maggiore mole di gioco con il meritato vantaggio firmato André Silva, ben servito da Bruma. Donnarumma è super su Bernardo Silva, uno dei pochissimi a salvarsi da un’apnea azzurra senza fine. L’Italia fatica a costruire da centrocampo in su e non è un caso se le due occasioni migliori della ripresa siano due colpi di testa di Zaza e Caldara, arrivati sugli sviluppi di calci da fermo. Il gioco è tutto dei padroni di casa che rischiano anche di siglare il raddoppio con il nuovo entrato Renato Sanches, fermato ancora dall’ottimo Gigio.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter