Italia appesa ad un filo: la Svezia vince 1-0

L’Italia gioca male e crea poco, venendo punita nella ripresa da un tiro di Jakob Johansson deviato da De Rossi. Le occasioni più grosse non vengono sfruttate da Belotti e Darmian, che colpisce un palo. Lunedì il ritorno, senza Verratti squalificato: serve una vittoria con due reti di scarto per andare in Russia.

FORMAZIONI:

Svezia (4-4-2): Olsen; Krafth, Lindelof, Granqvist, Augustinsson; Claesson, Larsson, Ekdal, Forsberg; Toivonen, Berg. All. Andersson.

Italia (3-5-2): Buffon; Barzagli, Bonucci, Chiellini; Candreva, Parolo, De Rossi, Verratti, Darmian; Belotti, Immobile. All. Ventura.

CRONACA:

Gli scandinavi partono con grande determinazione e costringono gli azzurri sulla difensiva. Subito Toivonen colpisce Bonucci al naso con una gomitata, con l’arbitro che si limita ad ammonire Berg per proteste. L’Italia risponde e va vicina al goal in una delle rare ripartenze della prima frazione: Darmian sfonda sulla sinistra e dalla riga di fondo mette un bel pallone in mezzo all’area, dove Belotti ruba il tempo a Granqvist e di testa mette a lato di un soffio. Ma è un fuoco di paglia perché è la Svezia a premere maggiormente, grazie al pressing molto alto: Toivonen mette di poco a lato con il destro da fuori area, poi è Forsberg a provare il tiro a giro che finisce alto sulla traversa. Gli azzurri soffrono e stringono i denti, con Verratti che diffidato si fa ammonire per un fallo di frustrazione e salterà la gara di ritorno. Al 37′ è provvidenziale Buffon, che in uscita anticipa Berg e Toivonen.

Nel 2° tempo gli azzurri partono con un diverso atteggiamento e la Svezia è costretta a difendersi. Candreva entra nel vivo del gioco e con una sventola da fuori area costringe Olsen alla deviazione in corner. Gli scandinavi interpreta una partita maschia e gli azzurri reclamano per un gomito largo di Toivonen su Bonucci, una spinta evidente su Chiellini e ancora un gomito largo di Berg su De Rossi, ma l’arbitro Cakir non prende provvedimenti. In un buon momento per l’Italia, la Svezia passa a condurre nel modo più rocambolesco, con un tiro di Johansson dal limite deviato in porta da De Rossi. Ventura si gioca le carte Eder e Insigne, ma le speranze degli azzurri si spengono sul palo pieno colpito da Darmian a Olsen battuto.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter