Inter letale: 3-1 al Chievo

L’Inter va sotto nel primo tempo oer la rete di Sergio Pellissier, ma rimontano di nuovo grazie ai gol di Mauro Icardi, Ivan Perisic ed Eder.

FORMAZIONI:

Inter (4-2-3-1): Handanovic; D’Ambrosio, Murillo, Miranda, Ansaldi; Gagliardini, Kondogbia; Candreva, Joao Mario, Perisic; Icardi. All. Pioli.

Chievo (4-3-1-2): Sorrentino; Frey, Dainelli, Gamberini, Gobbi; Bastien, Radovanovic, Castro; Birsa; Meggiorini, Pellissier. All. Maran.

CRONACA:

Inizio di gara su ritmi lenti, con il Chievo che reclama un rigore per un dubbio contatto tra Castro e Kondogbia e poi si rifugia nella propria metà campo, lasciando all’Inter l’iniziativa. Al 12’ i nerazzurri allestiscono una splendida azione con Gagliardini che libera al cross Ansaldi, il quale pesca Icardi che di testa non trova la porta. Gagliardini ci prova poi da solo, ma Sorrentino gli sbarra la strada. Tra il 20’ e il 30’, l’Inter assedia la porta avversaria: prima D’Ambrosio, poi Icardi ed infine due volte Candreva provano a far male a Sorrentino, bravo a rifugiarsi in corner sul tentativo dell’ex laziale. Ma proprio nel momento migliore dell’Inter, il Chievo passa: corner da destra di Birsa, splendida girata di Pellissier che fa secco Handanovic e ammutolisce San Siro. Gagliardini ha la palla buona per pareggiare al 38’, ma Sorrentino è super e vola a deviare con un guizzo il colpo di testa del nuovo acquisto interista. Ci prova anche Perisic, ma l’ultimo lampo del primo tempo porta la firma di Icardi, ma la porta clivense sembra stregata e neanche il croato riesce a trovare il goal andando a sbattere su un Sorrentino insuperabile.

La ripresa si apre con Izco al posto di Birsa nel Chievo e con un tentativo di Pellissier che, dopo un solo giro di orologio, costringe Handanovic all’intervento. Dall’altra parte c’è un Sorrentino davvero in serata di grazia che al 53’ si oppone a un colpo di testa da distanza ravvicinata di Perisic e poco prima del 65’ respinge una punizione del neo entrato Eder, mandato in campo a sostituire Ansaldi. Ma al 70’ ecco il lampo del campione: su cross di Candreva, Icardi si lancia in spaccata e realizza un goal meraviglioso che vale il meritato pareggio. Passano pochi minuti e Perisic sfiora l’eurogoal con un destro a giro che sfiora il palo alla sinistra di Sorrentino. Ancor più straordinario sarebbe stato il goal di Icardi che, all’81°, sfiora la rete con una conclusione meravigliosa che fa trattenere il fiato ai tifosi ma non inquadra il bersaglio. Il goal del meritato successo, però, arriva all’86° quando Ivan Perisic, ancora lui, piega Sorrentino e regala all’Inter la quinta vittoria consecutiva in campionato. All’ultimo respiro c’è tempo anche per il goal di Eder che, con un destro piazzato, batte per la terza volta Sorrentino e torna così ad esultare per un goal.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter

Maglie Juve Home e Away Image Banner 300 x 250