Inter da urlo: a Palermo finisce 1-0

L’Inter passa a Bologna grazie a Joao Mario che entra e decide la partita, 0-1. Finale rovente: espulsi Ansaldi e Gazzi, allontanato Pioli.

FORMAZIONI:

Palermo (3-5-1-1): Posavec; Cionek, Gonzalez, Goldaniga; Rispoli, Bruno Henrique, Gazzi, Jajalo, Pezzella; Quaison; Nestorovski. All. Corini.

Inter (4-2-3-1): Handanovic; D’Ambrosio, Murillo, Miranda, Ansaldi; Gagliardini, Brozovic; Candreva, Bamega, Perisic; Icardi. All. Pioli.

CRONACA:

Il Palermo inizia alla grande effettuando un pressing continuo sui portatori di palla dell’Inter, in difficoltà sotto il profilo della costruzione del gioco. Nonostante ciò, i rosanero offrono qualche spazio di troppo ai nerazzurri che hanno un’ottima occasione per passare in vantaggio con Icardi, bravo a destreggiarsi nell’area di rigore, meno a concludere in porta con Posavec pronto a far sua la sfera. Sull’out di sinistra in bell’evidenza Quaison: lo svedese però pecca di egoismo e la sua conclusione si spegne sull’esterno della rete. Molto più pericoloso Candreva, il cui destro dall’interno dell’area viene sventato ottimamente da Posavec. L’Inter continua a spingere alla ricerca del vantaggio che però non arriva: Brozovic prova il destro a giro deviato da Posavec sulla testa di Icardi che sbaglia clamorosamente da pochi metri, anche se l’assistente aveva segnalato prontamente la posizione di fuorigioco. Un altro brivido al Palermo lo regala Gazzi, con un intervento maldestro di tacco che per poco non beffava Posavec.

Alla ripresa delle ostilità, è sempre l’Inter a rendersi pericolosa e a creare maggiori occasioni da goal. Perisic tenta il destro a giro dal limite che però difetta in quanto a precisione. Gagliardini, tra i più attivi, trova Icardi con un pallone in verticale perfetto: l’attaccante argentino tocca la sfera senza dargli la potenza giusta e Posavec può bloccare senza problemi. Pioli decide di giocarsi la carta Joao Mario al posto di uno spento Banega e viene subito premiato: pallone al bacio di Candreva per il portoghese che si coordina perfettamente e batte Posavec dall’interno dell’area piccola. La rete dell’Inter non sveglia il Palermo che non riesce a reagire nonostante l’ingresso in campo di Diamanti, atto a dare maggiore vivacità alla manovra offensiva. Nel finale gli animi si surriscaldano: entrataccia di Ansaldi su Nestorovski, l’arbitro ammonisce per la seconda volta l’argentino che termina anzitempo la sua partita. Decisione non gradita da Pioli che inveisce nei confronti di Irrati, il quale non può far altro che allontanare anche lui dal campo. L’Inter soffre gli attacchi del Palermo e l’uomo in meno ma, ad un minuto dal termine, finisce sotto la doccia anche Gazzi per somma di ammonizioni.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter