Inter travolgente: 5-0 allo Shakhtar

Doppiette di Lautaro Martinez e Lukaku, firma di D’Ambrosio. Cinquina spaziale nerazzurra nella semifinale di Dusseldorf. Ora venerdì la finale a Colonia contro il Siviglia. La squadra di Conte ha dominato e mostrato la sua superiorità. Non arrivava in una finale europea da 10 anni, dalla mitica Champions del Triplete 2010

FORMAZIONI:

Inter (3-5-2): Handanovic; Godin, De Vrij, Bastoni; D’Ambrosio, Barella, Brozovic, Gagliardini, Young; Lukaku, Martinez. All. Conte.

Shakhtar (4-2-3-1): Pyatov; Dodo, Kryvtsov, Khocholava, Matviienko; Antonio, Stepanenko; Marlos, Alan Patrick, Taison; Moraes. All. Castro.

CRONACA:

I primi minuti di gara sono equilibrati e all’insegna del confronto tattico, ma i milanesi danno l’impressione di avere grande determinazione e fame di goal. Così al primo errore degli avversari, al 19′, passano in vantaggio. Barella è bravo a leggere un rinvio corto di Pyatov, si porta sulla sinistra e pennella un bel cross sul secondo palo. La palla passa sopra la testa di Lukaku e arriva dalle parti di Lautaro Martínez, che di testa non sbaglia. Gli ucraini provano a reagire ma sono molto macchinosi nella manovra, in contropiede è così ancora la squadra di Conte a rendersi insidiosa al 34′ con un tiro di Barella da posizione defilata sulla destra sul quale ancora Pyatov non è irreprensibile ma riesce comunque a deviare in corner. L’unica vera conclusione degli arancioneri, oggi in maglia grigia, arriva prima dello scadere con una botta da fuori di Marcos Antonio, dopo un lungo fraseggio, con la sfera che esce non di molto sulla sinistra.

La ripresa vede ancora i nerazzurri pericolosi, con un pallonetto di Lautaro Martínez al 48′ sul quale è provvidenziale Pyatov, bravo nella circostanza a deviare in corner. Il 2-0 tarda ad arrivare e dopo un tiro a giro di Lukaku finito a lato, per poco al 62′ Junior Moraes, abile ad anticipare di testa Bastoni, non trova il pareggio. Handanovic risponde tuttavia presente nell’unico vero pericolo corso nella serata. Scampato il pericolo, la squadra milanese dilaga. D’Ambrosio di testa, su corner di Brozovic, trova il sospirato 2-0 al 64′. Dieci minuti più tardi Lautaro Martínez completa la sua magica serata con una rasoiata dal limite che trafigge Pyatov per il 3-0. Gli ucraini si sbilanciano e lasciano spazi letali per il contropiede. Lukaku ne approfitta e con una doppietta fissa il punteggio sul 5-0. Ora i nerazzurri sfideranno nella finale di Colonia il Siviglia di Lopetegui.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter