Inter senza freni: 5-1 alla Sampdoria

Nella partita della festa Scudetto, l’Inter dilaga a San Siro contro una Sampdoria mai in partita. Apre immediatamente Gagliardini, poi doppietta di Alexis Sanchez, Pinamonti e Lautaro su rigore. E tutto questo senza Lukaku, rimasto a riposo in panchina. A nulla serve il gol dell’ex di Keita Baldé, sponda blucerchiata: finisce 5-1

FORMAZIONI:

Inter (3-5-2): Handanovic; Bastoni, Ranocchia, D’Ambrosio; Hakimi, Gagliardini, Vecino, Eriksen, Young; Sanchez, Martinez. All. Conte.

Sampdoria (4-4-2): Audero; Bereszynski, Tonelli, Colley, Augello; Candreva, Thorsby, Silva, Jankto; Ramirez, Keita. All. Ranieri.

CRONACA:

Ma i nerazzurri non fanno sconti e anzi, chi fin qui ha avuto meno spazio, ha tanta voglia di mettersi in mostra. E’ il caso di Gagliardini, in goal dopo soli 4 minuti con un perfetto inserimento concluso con un tiro in scivolata che sfrutta al meglio l’assist di Young. Al minuto 14, però, l’Inter va vicinissima ad aggiungere un’altra perla alla sua annata trionfale: Hakimi parte palla al piede dal limite della propria area di rigore e, dopo una cavalcata strepitosa, calcia da fuori costringendo Audero al miracolo. Il raddoppio dell’Inter arriva poco dopo e porta la firma di Alexis Sanchez, bravo a battere Audero con un destro potente su perfetto assist di Gagliardini a completamento di una ripartenza perfetta. La Sampdoria trova il goal del 2-1 con Keita, bravo a spingere in rete una goffa ribattuta di Handanovic su conclusione di Candreva, ma la nuova situazione dura poco perchè l’Inter si porta nuovamente a +2 grazie ancora a Sanchez, bravo a deviare in rete un perfetto cross di Hakimi, letteralmente incontenibile.

Nella ripresa la Samp si spegne, l’Inter invece si diverte. Pinamonti, appena entrato in campo, sfrutta l’assist di un altro subentrato – Barella – per realizzare il suo primo goal stagionale. Poco dopo anche Lautaro, a secco da ben cinque giornate, si toglie la soddisfazione di tornare al goal, trasformando in maniera impeccabile un calcio di rigore concesso per fallo di mani di Adrien Silva su conclusione da fuori di Barella. Dopo il fischio finale, i nerazzurri si radunano in mezzo al campo per festeggiare ancora una volta lo Scudetto conquistato.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter

Maglie Juve Home e Away Image Banner 300 x 250