Inter-Roma 1-1: ad El Shaarawy risponde Vecino

L’Inter nel finale trova il pareggio contro la Roma, passata in vantaggio nel primo tempo. Nel mezzo tante parate di Alisson. Un punto a testa, utile ad entrambe nella rincorsa ad un posto nella prossima Champions League.

FORMAZIONI:

Inter (4-2-3-1): Handanovic; Cancelo, Skriniar, Miranda, Santon; Vecino, Gagliardini; Candreva, Valero, Perisic; Icardi. All. Spalletti.

Roma (4-3-3): Alisson; Florenzi, Manolas, Fazio, Kolarov; Pellegrini, Strootman, Nainggolan; Gerson, Dzeko, El Shaarawy. All. Di Francesco.

CRONACA:

Gara molto equilibrata a San Siro tra due squadre che si affrontano a viso aperto fin dal primo minuto. Entrambe conoscono i punti deboli l’una dell’altra e la gara inizialmente è molto combattuta a centrocampo dove la Roma viene schierata da Di Francesco non con il solito 4-3-3 ma con due mediani Strootman e Gerson e Nainggolan libero di muoversi sulla trequarti Dzeko con la collaborazione di Pellegrini ed El Shaarawy che parte largo a destra. Spalletti vara un Inter senza novità con Gaglirdini centrale con Vecino e Borja Valero con Canreva e Peresic dietro Icardi. La partita come detto si gioca a centro campo e la Roma come da copione pressa da subito i nerazzurri nella loro metà campo cercando di recuperare palla e ripartire molto in velocità, metro i ragazzi di Spalletti si affidano a Candreva e Peresic per creare problemi alla retroguardia romanista. La partita non regala molte emozioni in questo primo tempo tranne un paio di pericoli romanisti e altrettanti da parte dei nerazzurri. Così si arriva al 31′ quando Alisson rinvia lungo dalla propria area e complice un errore grossolano di Santon, il faraone si invola verso la porta avversaria e con un tocco deliioso batte Handanovic, Roma in vantaggio ed Inter in difficoltà. Primo tempo che non regala altre emozione e questo primo tempo vede le squadre al riposo con gli ospiti in vantaggio. Ripresa molto ben più appassionante vuoi per il cambio immediato di Spalletti con Brozovic al posto del giovane Gagliardini e vuoi perchè con il passare del tempo le squadre si allungano e le occasioni da gol crescono. Anche se l’inter con il neo entrato sembra avere più piglio la Roma tiene e preoccupa i padroni di casa con una buona solidità ed una attenzione e copertura del campo che lasciava poco spazio ai ragazzi di Spalletti. Al 70′ la gara cambia, perché la Roma è costretta a sostituire Gerson per campri ed al suo posto entra Bruno Peres e Di Francesco inizia un valzer di spastamenti che alla lunga costeranno cari ai giallorossi. Con l’ingresso di Peres Florenzi avanza al posto Gerson e Peresic inzia a guadagnare più fiducia e campo avendo vita facile con Peres e al 75′ addirittura con l’ingresso di Juan Jesus al posto del faraone la Roma passa a tre e da li in poi l’inter schiaccia la Roma e Alisson prova a metterci una pezza e più ma al 84′ Brozovic lasciato da Peres inspiegabilmente solo e libero di preparare il cross lo effettua e pesca Vecino in area, anche lui lasciato completamente libero di saltare, Juan Jesus non stringe sul centrocampista neroazzurro che colpisce a colpo sicuro e questa volta Alisson non può nulla e l’Inter agguanta un pari che è meritato solo per effetto di questi ultimi 25-30 minuti dei giallorossi. La gara termina con un pareggio questo big match valevole per la corsa Champions.

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter