Inter rimontata e battuta a Dortmund: da 0-2 a 3-2, vince il Borussia

La squadra di Conte va avanti 2-0 nel primo tempo grazie ai gol di Lautaro e Vecino, ma viene ribaltata nella ripresa. Doppietta di un fenomenale Hakimi e gol di Brandt. Situazione ora complicata nel girone: Barcellona 8, Borussia 7, Inter 4 e Slavia 2 punti

FORMAZIONI:

Borussia Dortmund (4-2-3-1): Burki; Hakimi, Akanji, Hummels, Schulz; Witsel, Weigl; Sancho, Brandt, Hazard; Gotze. All. Favre.

Inter (3-5-2): Handanovic; Godin, De Vrij, Skriniar; Candreva, Vecino, Brozovic, Barella, Biraghi; Lukaku, Martinez. All. Conte.

CRONACA:

Al Westfalenstadion i meneghini partono subito forte, dando fin dai primissimi minuti l’impressione di voler essere compatti ed aggressivi e soprattutto di voler concedere poco agli avversari. Già al 5’ la sfida si mette sui giusti binari grazie a Lautaro Martinez che, si avventa su un pallone lanciato in avanti da Candreva, approfitta al meglio di un errato tentativo di intervento di Akanji, si invola verso l’area di rigore dalla destra, manda fuori Hummels e di sinistro non lascia scampo a Bürki per lo 0-1. Sotto di una rete i padroni di casa provano ad alzare il proprio baricentro soprattutto grazie alla velocità di Thorgan Hazard e Sancho, ma la retroguardia nerazzurra lascia pochissimi spazi. La pressione del Borussia si fa di minuto in minuto più insistente ma l’Inter, non solo gestisce la situazione con relativa tranquillità, ma al 40’ trova anche il raddoppio con Vecino che chiude al meglio una splendida azione sfruttando di destro un cross basso di Candreva. La squadra di Favre trova nei minuti finali della prima frazione la forza per reagire, il risultato però non cambia. Si va negli spogliatoi con il doppio vantaggio a favore degli uomini di Conte.

Per i nerazzurri le cose si complicano ad inizio ripresa quando il Borussia, tornato in campo con una carica ben diversa rispetto a quella del primo tempo, si riportato in partita grazie ad Hakimi che, servito in area da Gotze, è bravo al 52’ a battere Handanovic con una conclusione di prima intenzione. E’ l’evento che cambia completamente il volto della contesa. L’Inter si riscopre alle corde e al 64’ i padroni di casa trovano il 2-2 in maniera incredibile: debole rimessa laterale di Candreva, Alcacer, entrato da poco in campo, anticipa Brozovic e serve Brandt che, da posizione defilata dall’interno dell’area, non lascia scampo ad Handanovic. In nettissima difficoltà, i nerazzurri faticano a riguadagnare metri sul campo e al 77’ subiscono anche il sorpasso quando lo scatenato Hakimi, servito da Sancho, non ha difficoltà a trovare, dall’interno dell’area il 3-2. E’ il punto esclamativo di una partita dai due volti che l’Inter ha dato l’impressione a tratti di poter dominare, prima di crollare sotto i colpi di un Borussia che ora sogna più concretamente la qualificazione alla fase ad eliminazione diretta.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter