Inter non si ferma: la Roma cade 3-1

L’Inter continua a vincere: la Roma cade a San Siro, 3-1. I nerazzurri vanno avanti con Brozovic e Vecino, Mkhitaryan accorcia nel primo tempo e Lukaku chiude i conti nel recupero. Infortunio per Sanchez, battibecco tra Conte e Martinez, palo di Dzeko: tanti episodi al Meazza

FORMAZIONI:

Inter (3-5-2): Radu; D’Ambrosio, Ranocchia, Skriniar; Darmian, Vecino, Brozovic, Barella, Perisic; Lukaku, Sanchez. All. Conte.

Roma (4-2-3-1): Fuzato; Karsdorp, Mancini, Kumbulla, Santon; Darboe, Cristante; Pedro, Pellegrini, Mkhitaryan; Dzeko. All. Fonseca.

CRONACA:

Partenza super per i padroni di casa, in vantaggio già dopo 11 minuti grazie a un rasoterra piazzato di Brozovic, splendidamente assistito da Darmian. Poco dopo, Lukaku lavora benissimo un pallone e premia l’inserimento di Vecino, freddo nel battere Fuzato per il 2-0. La Roma prova a riorganizzarsi e accorcia le distanze poco dopo la mezzora grazie a Mkhitaryan, splendidamente imbeccato da Dzeko, il migliore in campo. Ottimo anche il primo tempo di Sanchez che al 34′ manda in porta Vecino con uno splendido colpo di tacco: l’uruguagio, a tu per tu con Fuzato, si fa ipnotizzare dal portiere giallorosso. La partita del Nino Maravilla termina qui a causa di un infortunio seguito proprio al colpo di tacco. Al suo posto entra in campo Lautaro Martinez che si renderà protagonista di un alterco con Conte al momento della sostituzione con Pinamonti nel finale.

La ripresa, come detto, vede la Roma giocare meglio ma i giallorossi, come spesso capitato nelle ultime stagioni, peccano in cinismo. A dirla tutta, Edin Dzeko è sfortunatissimo al 56′ quando con un gran sinistro fa tremare il palo alla destra di Radu. Poi è El Shaarawy a provarci, prima che Cristante si divori il goal del 2-2, spedendo sul fondo di testa un cross di Mkhitaryan. Nel finale l’Inter chiude i conti con Lukaku, splendidamente servito da Hakimi, protagonista di una cavalcata delle sue e molto altruista al momento di concludere.

La Roma, complice anche il ko del Sassuolo, mantiene il +2 sui neroverdi che in questo momento vale un posto in Conference League, l’Inter invece inanella la quindicesima vittoria consecutiva a San Siro.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter