Inter fermata sullo 0-0 dalla Roma

L’anticipo della 15a giornata finisce 0-0. A San Siro decisive le parate del sostituto di Pau Lopez. La squadra di Conte rallenta la sua corsa e dá alla Juve una nuova chance di sorpasso

FORMAZIONI:

Inter (3-5-2): Handanovic; Godin, De Vrij, Skriniar; Candreva, Vecino, Brozovic, Valero, Biraghi; Martinez, Lukaku. All. Conte.

Roma (4-2-3-1): Mirante; Santon, Mancini, Smalling, Kolarov; Diawara, Veretout; Mkhitaryan, Pellegrini, Perotti; Zaniolo. All. Fonseca.

CRONACA:

Una Roma in emergenza di formazione affronta i nerazzurri,anche loro con defezioni importanti ma non in emergenza. Fonseca causa influenza deve tenere in panchina Dzeko e poi deve sostituire Pau Lopez anche non al meglio e allora, ecco che tra i pali viene schierato il recuperato Mirante con Santon sulla corsia di destra, poi il resto della difesa e i due in mediana non cambiano fino ai tre trequartisti. Causa l’infortunio di Kluivert oltre a pellegrini, Fonseca lancia Perotti e Mkhitaryan con Zaniolo falso nueve a sostituire Edin Dzeko e a sorreggere l’attacco della Roma in una partita non facilissima. Conte dal canto suo ritrova e schiera in difesa Godin e a centrocampo schierato titolare Borja Valero con la coppia Delle meraviglie Lukaku Lautaro davanti. La gara parte con l’Inter in pressione sui giallorossi e in disimpegno la retroguardia giallorossa sbaglia il fraseggio e Lukaku che si ritrova il pallone tra i piedi trova davanti a lui un Mirante pronto e attento. Anche i giallorossi si fanno notare in attacco con Zaniolo ma Handanovic è ben posizionato e neutralizza la conclusione del giovane attaccante giallorosso. La gara è interessante ma le palle più pericolose sono sui piedi degli attaccanti di conte ma, Mirante è in giornata e si vede. Al 23′ del secondo tempo caso da moviola per un fallo di mano in area di Spinazzola, che al 16′ minuto è subentrato a Santon uscito per infortunio, ma sia il var che calvarese giudicano di non punire il tocco di braccio del terzino romanista su tiro di Lautaro. La Roma esce da San Siro con un punto importante ma il merito è di Mirante oltre che dalla ormai coppia di centrali collaudata Mancini-Smalling. Nell’Inter buonissima prestazione di Godin mentre la coppia gol sbaglia e fa fare bella figura all’estremo difensore giallorosso. Migliori Mirante e Godin. Ora l’Inter mentre prepara la delicata gara con il Barcellona per l’accesso agli ottavi di Champions aspetta la gara dell’Olimpico dove per la corsa scudetto e Champions si sfidano Lazio e Juve.

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter