Inter esagerata: 6-2 al Crotone

Inter scatenata a San Siro: gli uomini di Conte s’impongono per 6-2 sul Crotone di mister Stroppa e sorpassano provvisoriamente il Milan di Pioli al comando solitario della classifica. Tripletta di Martinez, gioie personali per Lukaku ed Hakimi. I calabresi durano solo un tempo

FORMAZIONI:

Inter (3-5-2): Handanovic; De Vrij, Bastoni; Hakimi, Barella, Brozovic, Vidal, Young; Martinez, Lukaku. All. Conte.

Crotone (3-5-2): Cordaz; Golemic, Marrone, Luperto; Pereira, Molina, Zanellato, Eduardo Henrique, Reca; Messias, Riviere. All. Stroppa.

CRONACA:

Parte meglio il Crotone che al 12′ minuto trova il vantaggio: la firma sul primo goal del 2021 in Serie A è dell’ex Milan Zanellato che devia di testa un cross di Messias, approfittando di una dormita di Vidal. Il goal subìto scuote l’Inter, che trova presto il pareggio: Lukaku verticalizza in maniera sontuosa per Lautaro Martinez che, dopo aver vinto un duello fisico con Marrone, si presenta tutto solo davanti a Cordaz e non sbaglia. L’Inter, che a centrocampo fa fatica a imporre la propria superiorità tecnica, si affida molto a Lukaku che, come di consueto, non tradisce. Alla mezz’ora gestisce con maestria un pallone sulla trequarti avversaria, attende l’attimo giusto per allargare a sinistra per Barella, sul cui cross basso Marrone – disastroso nel primo tempo – anticipa anche Lautaro Martinez e batte il proprio portiere. Ribaltato il risultato, l’Inter potrebbe concentrarsi sulla gestione del pallone e approfittare degli spazi concessi da un Crotone in cerca del goal del pari, ma Vidal rovina i piani di Conte con un netto fallo da rigore ai danni di Reca, che l’arbitro Aureliano non vede, ma il VAR vede benissimo. Dal dischetto, assente Simy, va il difensore serbo Golemic che con una conclusione angolatissima batte Handanovic, lasciandosi poi andare ad un’esultanza incontenibile per il suo primo goal in Serie A. Poco dopo, Lautaro avrebbe nuovamente sui piedi la palla buona per riportare l’Inter in vantaggio ma, su un’altra splendida verticalizzazione di Lukaku, prende la mira per poi calciare addosso a Cordaz in uscita.

La ripresa si apre con Sensi in campo al posto di Vidal e un’Inter votata all’attacco, alla ricerca dell’immediato vantaggio: i nerazzurri sprecano prima un contropiede in doppia superiorità numerica, poi trovano il goal grazie ancora a Lautaro Martinez, stavolta ben servito da Brozovic. Poco prima, però, un fallo di mani in area commesso dallo stesso Brozovic aveva fatto urlare al rigore i giocatori del Crotone. A mettere il punto esclamativo sul risultato è il solito Lukaku, che su lancio di Bastoni resiste alla trattenuta reiterata di Luperto e batte poi Cordaz con freddezza per il 4-2. Lukaku, protagonista assoluto della gara, è però costretto al cambio al minuto 75 per via di un problema muscolare: una notizia che inevitabilmente rovina la prima uscita ufficiale dell’Inter nel 2021. Anche senza il suo leader, l’Inter però non alza il piede dall’acceleratore e Lautaro Martinez trova la sua prima tripletta in Serie A con un tap-in di testa a porta vuota dopo una respinta di Cordaz su conclusione di Perisic. C’è gloria anche per Hakimi, che a pochi minuti dalla fine riceve palla da Darmian e dal limite dell’area batte Cordaz con un sinistro a giro, trovando così il suo quinto goal in campionato.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter