Inter beffata nel finale da Lasagna.

(Photo by Marco Luzzani/Getty Images)

L’Inter affronta il Carpi per ripartire dopo le due sconfitte casalinghe contro Lazio e Sassuolo.

L’Inter ospita il Carpi nella ventunesima giornata di Serie A.

FORMAZIONI:

Mancini schiera la sua Inter con inedito 4-4-2: Handovic tra i pali, tra Montoya come terzino destro dalla parte opposta Telles. Juan Jesus e Murillo coppia centrale. Perisic e Ljajic i due esterni di centrocampo, in mediana Melo e Brozovic. Mentre in attacco Palacio e Icardi.

Castori risponde con il 3-5-2: con Belec tra i pali, Suagher completa una difesa composta da Zaccardo e Romagnoli. Pasciuti e Letizia agiranno sulle fasce. A centrocampo Crimi, Bianco e Martinho. La copia d’attacco sarà formata da Mbakogu e Mancosu.

CRONACA:

Dopo solo 3′ di gara arriva il primo pericolo per l’Inter: Mancosu pressa Murillo che scivola in chiusura. Mbakogu si costruisce un assist fino ad Handanovic segnando. Per Gervasoni però l’attaccante italiano ha ostacolato il difensore colombiano, tutto fermo. All’ 8 sinistro di Perisic centrale. Carpi molto pragmatico, Inter che dorme. Sponda di Mancosu per Mbakogu che arriva prima di Murillo e spara addosso ad Handanovic. Un minuto dopo Mancosu tira verso la porta di Handanovic, lo sloveno respinge. Palacio con un colpo di testa va vicino al vantaggio fermato solo dal salvataggio sulla linea di Crimi. Al 31′ angolo di Ljajic, svetta Murillo che colpisce di testa che serve un assist a Perisic che non controlla a un metro da Belec. L’Inter passa in vantaggio al 39′ con un’azione di massa chiusa da un sinistro di Perisic sporcato da un difensore del Carpi che consegna a Palacio il tap-in del vantaggio. L’Inter sfiora il raddoppio con Perisic, la cui conclusione esce.

Nel primo quarto d’ora della ripresa il Carpi é meno vivace dell’Inter. Al 23′ é Murillo a salvare tutto immolandosi su un vero e proprio rigore in movimento di Crimi. Nonostante l’inferiorità numerica il Carpi continua ad aggredire fino alla fine. Nel finale Lasagna gela il Meazza : scappa alle spalle di Miranda e Juan Jesus e con un sinistro ad incrociare gela Handanovic.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter