Inter ai quarti con il brivido: 3-2 al Bologna

Jeison Murillo in rovesciata e Rodrigo Palacio portano avanti l’Inter, ma Blerim Dzemaili e Godfred Donsah firmano la rimonta del Bologna. Nel primo tempo supplementare decide Antonio Candreva. Ai quarti l’Inter la vincente di Lazio-Genoa.

FORMAZIONI:

Inter (4-2-3-1): Carrizo; D’Ambrosio, Medel, Murillo, Ansaldi; Gagliardini, Kondogbia; Gabigol, Joao Mario, Eder; Palacio. All. Pioli.

Bologna (4-3-3): Da Costa; Krafth, Oikonomou, Maietta, Masina; Donsah, Pulgar, Dzemaili; Di Francesco, Destro, Rizzo. All. Donadoni.

CRONACA:

Lunga fase di studio da parte delle due squadre, scese in campo più con l’obiettivo di conquistare il passaggio del turno che di dar vita ad una gara spettacolare. Gabigol, il grande atteso, è sin da subito tra i più attivi ed anche il primo a rendersi pericoloso dalle parti di Da Costa con una conclusione da fuori area. Succede però poco o nulla fino al 33’ quando Murillo, su perfetto corner dello stesso Gabigol, si esibisce in una sforbiciata spettacolare che fa secco Da Costa e vale il vantaggio nerazzurro. Passano appena sei minuti ed è già 2-0: con la consueta eleganza Joao Mario verticalizza per Palacio che batte Da Costa con un perfetto diagonale. Il Bologna non si arrende e Di Francesco taglia in due la difesa nerazzurra prima di offrire un buon pallone a Dzemaili, il cui tiro deviato goffamente da Kondogbia, rotola lentamente in fondo al sacco dopo aver spiazzato Carrizo.

Il primo squillo della ripresa è di marca nerazzurra: Eder ci prova dal limite dell’area e non trova la porta per questione di centimetri. Il Bologna, seppur rientrato in partita dopo il goal di Dzemaili, fa fatica a rendersi pericoloso e allora Donadoni si gioca la carta Mounier, mandato in campo al 61’ al posto di Rizzo. Ad andare vicina al goal, però, è l’Inter che al 66’ sfiora il 3-1 con Palacio che, lanciato da Gagliardini, calcia bene ma trova sulla sua strada un attento Da Costa. Il portiere del Bologna è ancora bravo a disinnescare un tentativo nerazzurro, neutralizzando una botta dal limite di Joao Mario. Pioli dimostra di tenerci davvero alla Coppa Italia e al 72’ manda in campo Icardi e Candreva ma appena un minuto dopo il ‘Meazza’ viene gelato da Donsah che trova il colpo di testa che vale il 2-2. È Icardi ad avere la palla buona per riportare l’Inter in vantaggio ma sul cross al bacio di Eder, il capitano nerazzurro non riesce ad impattare il pallone e l’azione sfuma. L’Inter prova a vincere la gara nei 90 minuti regolamentari, ma il Bologna è ben messo in campo e non rischia praticamente mai. Si va ai supplementari.

Nei primi minuti dell’extra-time domina la paura di perdere, ma il match ha un sussulto al 7’ minuto quando Candreva risolve una mischia in area bolognese e sigla la rete del 3-2. Il Bologna non si arrende e prova a riacciuffare il pareggio ma ai rossoblù manca peso in avanti e l’Inter ha buon gioco e riesce a tenere Carrizo lontano dai pericoli fino al triplice fischio finale. È anzi Joao Mario a divorarsi il 4-2 a pochi minuti dalla fine.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter