Indipendiente del Valle-Atletico Nacional 1-1: Copa Libertadores ancora in bilico

E’ terminato in pareggio per 1-1 la partita d’andata della finale di Copa Libertadores che ha visto affrontarsi a Quito l’Indipendiente del Valle e l’Atletico Nacional.

Independiente del Valle – Atletico Nacional 1-1

al 36′ Berrio (Nacional), al 86′ Mina (Independiente)

La finale di Libertadores  vede dopo 25 anni 2 finaliste che non siano Brasiliane ed Argentine, quando nel 1991 si affronteranno Colo Colo e Olimpia Asuncion.

Il sogno del piccolo Independente del Valle resta ancora vivo, giunto sorprendentemente in finale di coppa Libertadores dopo avere eliminato, Colo Colo, Atletico Mineiro, River e Boca, resiste anche dopo la prima sfida decisiva per il titolo di fronte all’Atletico Nacional.

Davanti ai quasi 60 mila spettatori presenti all’Olimpico Atahualpa, con incasso devoluto interamente ai terremotati di Quito, i padroni di casa hanno infatti strappato il pareggio quasi allo scadere grazie a un gol di Mina sugli sviluppi di un calcio di punizione di Sornoza, che ha cancellato lo svantaggio siglato al 37’ da Berrio.

All’Atletico Nacional, incapace di capitalizzare un’ora abbondante di supremazia territoriale, resta comunque il vantaggio di giocarsi gli ultimi 90’ tra le mura amiche, mercoledì prossimo a Medellin.

Bravi i padroni di casa a reggere l’urto nella prima mezz’ora grazie al pressing alto e alle puntuali chiusure della coppia difensiva Caicedo-Mina, capaci di neutralizzare l’esplosivo attacco colombiano. Questo almeno fino al 37’, quando Berrio ha estratto dal cilindro un micidiale destro sul primo palo che non ha lasciato scampo ad Azcona. I colombiani hanno sfiorato anche il raddoppio  con una magia di Moreno da oltre 40 metri, ma i Colombiani hanno fatto l’errore di accontentarsi, decidendo di gestire il risultato anziché affondare il colpo e  la squadra di Repetto è rimasto a galla fino a trovare addirittura il clamoroso pareggio all’87’, frutto di un’errata uscita del portiere Armani e un doppio rimpallo sfruttato a dovere da Mina. Tutto, per di più, quando i padroni di casa avevano dovuto rinunciare ad Angulo, il migliore, costretto ad abbandonare il campo pochi minuti prima causa infortunio.

Adesso finale di ritorno a Medelin mercoledì prossimo, con vincitrice ancora in bilico, con il Nacional favorito in virtù anche dell’impressionante ruolino di marcia in casa che non vede perdere la squadra di Medelin con 8 vittorie ed 1 pareggio, ma la squadra Cenerentola della Libertadores non avrà certo paura dopo aver eliminato in casa il River Plate ed il Boca, unico vero problema sarà se Jose Angulo non recupererà per la partita di mercoledì.

About the Author

Andrea Schiavina
Nato a Bologna il 19/06/1965 titolo di studio Geometra, sport praticati a livello agonistico Nuoto, Pallanuoto, Football americano e Tennis. Appassionato di sport in genere, sono osservatore di calcio professionista, collaboro con Radio Nettuno, Abito a grizzana Morandi in provincia di Bologna sposato

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter