Impresa della Juventus a Manchester: United battuto 1-0

La Juventus espugna l’Old Trafford grazie soprattutto ad un primo tempo magistrale, nobilitato dal guizzo decisivo di Paulo Dybala. Qualche sofferenza in più nella ripresa, con tanto di palo colpito da Pogba, ma la formazione di Allegri non cede e resta a punteggio pieno nel gruppo H.

FORMAZIONI:

Manchester Utd (4-2-3-1): De Gea; Young, Lindelof, Smalling, Shaw; Pogba, Matic; Rashford, Mata, Martial; Lukaku. All. Mourinho.

Juventus (4-3-3): Szczesny; Cancelo, Bonucci, Chiellini, Alex Sandro; Bentancur, Pjanic, Matuidi; Cuadrado, Dybala, Ronaldo. All. Allegri.

CRONACA:

Clima da finale di Champions quella che si respira all’Old Trafford, Match Particolare quello che vede a confronto con il proprio passato Ronaldo e Pogba e sopratutto i bianconeri che tornano a giocarsela contro l’acerrimo nemico Mourinho dei tempi passati all’Inter.

Formazioni conefermate da entrambe le parti per cause di forza magggiore Allegri schiera Cuadrado in attacco per far fronte alla defezione dell’ultimo minuto Mandzukic e un Douglas Costa Malconcio, Mourinho Opta per schierare Young in un posizione inedita quella del terzino.

Match che inizia subito a tinte bianconere, la Vecchia signora schiaccia subito i Red Devil con un pressing Asfissiante e un enorme possesso palla, l’impressione che Mourinho abbia attuato il suo solito catenaccio per poi colpire in contropiede l’avversario, infatti il primo squillo della Juventus, da un incursione di Cuadrado, parte un bel traversone che per sfortuna della Juve trova tutto solo Dybala all’interno dell’area piccola, ma la statura lo penalizza e riesce solo a spizzicare, e la palla si spegne sul fondo.

Quattro minuti sono ancora I campioni d’Italia che si affacciano in avanti, azione che si sviluppa sulla fascia destra, Ronaldo, stranamente in quella porzione di campo fa partire una rasoiata in area, che trova Cuadrado, che non riesce ad impattare con la sfera complice l’intervento di Smalling, ma ne approfitta la Joya Dybala che da rapace d’area colpisce con freddezza trafigge l’incolpevole De Gea e vantaggio meritatissimo.

La Vecchia signora domina in lungo e in largo e non paga dopo 5 minuti sfiora il secondo gol, uno-due tutto portoghese concluso da Cancelo, ma e bravo De Gea a respingere in qualche modo la traiettoria velenosa dell’ex terzino dell’Inter.

United in balia della Juventus, che rischia ancora in un paio di occasioni di subire il raddoppio, ma l’occasione più importante da registrare e al 37′ su una punizione di CR7 tesa e centrale, il portiere spagnolo respinge come puo’, sulla respinta arriva prima di tutti Matuidi, ma De Gea e bravissimo e smanaccia evitando il peggio.

prima del termine della prima frazione c’e ancora tempo per segnare a taccuino un altra occasione dei bianconeri con Dybala, conclusione da ottima posizione, ma il pallone finisce largo.

Secondo tempo che segue il live motiv del primo, Bianconeri sempre padroni del gioco e red devils incompresibilmente ad attendere le mosse avversarie, al 51′ bellissima azione tutta di prima degli avanti juventini, Cuadrado serve l’ex Real che arriva a rimorchio, scaglia un missile che sta per andare ad insaccarsi nel sette, ma De Gea e strepitoso e con un colpo di reni tocca quanto basta per deviare il pallone in corner.

Partita che all’improvviso cambia di ritmo forse complice una Vecchia signora un po a corto di ossigeno, piano piano il Manchester prende metri e allo stesso tempo coraggio costringendo i bianconeri ad abbassare il baricentro, senza però subire grossi pericoli fino al 75′ quando Pogba approfitta di una grave incertezza di Bentacour che perde palla al limite, la su conclusione potente e precisa va a sbattere sul palo e poi sul viso del numero 1 polacco e il pallone va in corner.

Allegri prova a dare una scossa ai suoi e fa entrare Bernardeschi e Douglas Costa, ma la situazione non cambia, gli uomini di Mourinho prendono coraggio ma non danno particolari pensieri alla retroguardia bianconera e la partita si conclude con una vittoria importantissima.

Grande prova di carattere e di gioco della Juventus, dove ha dato una lezione di calcio impetuosa ad una grande d’europa, qualificazione ormai in tasca.ù

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter