Il Tottenham vola in finale: 3-2 all’Ajax

Epilogo incredibile della semifinale della Johan Cruijff ArenA: l’Ajax vanno avanti di due reti nel primo tempo grazie a Matthijs de Ligt e hakim Ziyech, ma nella ripresa il Tottenham trova la forza di riportarsi in partita grazie a Lucas Moura, segnando il gol del clamoroso sorpasso al 6′ di recupero. A Madrid sarà derby inglese col Liverpool

FORMAZIONI:

Ajax (4-3-3): Onana; Mazraoui, De Ligt, Blind, Tagliafico; Schone, Van de Beek, De Jong; Ziyech, Tadic, Dolberg. All. Ten Hag.

Tottenham (4-3-1-2): Lloris; Trippier, Alderweireld, Vertonghen, Rose; Sissoko, Wanyama, Alli; Eriksen; Lucas, Son. All. Pochettino.

CRONACA:

I Lancieri partono subito a spron battuto e dopo aver sfiorato il goal con Tadic lo trovano con De Ligt grazie al solito preciso schema su calcio d’angolo. Il Tottenham, sotto di due goal nel computo complessivo, reagisce bene, nonostante il pressing alto dei padroni di casa non arretri di un millimetro, portandosi subito in avanti alla ricerca del pareggio e sfiorandolo con Son in due occasioni e con Eriksen. Passata la mezz’ora gli Spurs si sgonfiano a poco a poco e l’Ajax ne approfitta subito: Tadic fa le prove con un sinistro defilato che finisce di poco a lato, Ziyech non sbaglia sull’assist dell’ex Southampton e sigla il 2-0 che spezza le gambe a Lloris e compagni.

Nel secondo tempo succede l’imponderabile. Pochettino tenta il tutto per tutto inserendo Llorente per Wanyama. Lo spagnolo dà maggiore peso all’attacco degli Spurs e crea più di una preoccupazione alla difesa dell’Ajax, praticamente perfetta fino a quel momento. Onana è miracoloso su Delle Alli, ma non può nulla sulla doppia giocata di Lucas Moura , è 2-2. Ten Hag, vedendo anche la paura della propria squadra, si copre inserendo Sinkgraven con Dolberg. I suoi guadagnano campo e sfiorano il 3-2 due volte con Ziyech e De Ligt. Nel mezzo il giovane capitano orange è miracoloso nel murare un destro ravvicinato di Lucas Moura. Negli ultimi 10 minuti Pochettino si gioca l’ultima carta offensiva, Lamela. L’occasione della vita capita però sui piedi di Vertonghen, che da posizione ravvicinata coglie la traversa e sulla sua ribattuta trova pronto sulla linea un difensore olandese. Gli ultimi minuti sono adrenalina pura: il Tottenham ci prova, l’Ajax parte in contropiede ma causa stanchezza è poco lucida sia con Ziyech che con Tadic. E quando sta per arrivare il fischio finale ecco arrivare in ripartenza l’ennesima grande giocata di Lucas Moura che regala agli inglesi una finale tutta ‘british’.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo