Il Torino é salvo: 0-0 con la Lazio

Lazio-Torino termina a reti bianche, con i granata che conquistano dunque la salvezza aritmetica. Decisivi il palo dal dischetto di Immobile all’85’ e quello di Lazzari al 95′, con i biancocelesti che reclamano un rigore nel finale di gara

FORMAZIONI:

Lazio (3-5-2): Strakosha; Marusic, Ramos, Radu; Lazzari, Akpa Akpro, Leiva, Alberto, Fares; Muriqi, Immobile. All. Inzaghi.

Torino (3-5-2): Sirigu; Izzo, N’Koulou, Bremer; Singo, Rincon, Mandragora, Lukic, Ansaldi; Sanabria, Belotti. All. Nicola.

CRONACA:

All’ Olimpico sono stati i biancocelesti a partire meglio e a rendersi pericolosi già dopo 5’ con un colpo di testa Muriqi da ottima posizione. La compagine guidata da Simone Inzaghi si prende la responsabilità di dettare i tempi di gioco e di amministrare palla, mentre il Torino quando può riparte in contropiede, ma mai con grandissima convinzione. Al 26’ l’unico squillo granata nel corso della prima frazione: Strakosha non smanaccia con sicurezza con cross proveniente dalla sinistra, sul pallone si avventa Sanabria che comunque non riesce a ribadire a rete. In pieno recupero l’occasione più pericolosa del primo tempo: sponda di Muriqi a premiare Immobile che sguscia alle spalle di Nkoulou e batte Sirigu. Potrebbe essere il goal dell’1-0, ma l’arbitro Fabbri annulla per una spinta del bomber biancoceleste ai danni del difensore del Torino. Si torna quindi negli spogliatoi sul risultato di 0-0.

Nella ripresa la partita non cambia: sono i padroni di casa a spingere, mentre gli ospiti si limitano a chiudersi per poi ripartire. Al 48’ è Luis Alberto a provarci con un destro a giro, mentre al 53’ è Muriqi a calciare a botta sicura dall’interno dell’area, ma Nkoulou è bravissimo nel murarlo. Al 66’ un altro episodio da moviola: Muriqi reclama per una spinta di Ansaldi in piena area di rigore, per Fabbri non ci sono gli estremi per il penalty. Al 71’ la risposta del Torino: gran sinistro di Sanabria, Strakosha è battuto, ma il pallone viene respinto dal palo alla sua destra. All’83’ l’episodio più clamoroso del match: fallo di Nkoulou ai danni di Immobile, è calcio di rigore. Sul dischetto va lo stesso attaccante che si vede respingere la conclusione dal palo alla destra di Sirigu.

In pieno recupero l’ultima incredibile emozione di una sfida al cardiopalmo: colpo di testa di Lazzari dall’interno dell’area granata, il pallone fa ad infrangersi ancora sul legno. Il Torino esce indenne dall’Olimpico e può festeggiare la permanenza in A.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter