Il Panathinaikos gela l’Olimpia Milano: 77-80

L’AX Armani Exchange cade in casa contro il Panathinaikos Opap Atene e perde una grossa chance di allungare la striscia di successi consecutivi per risalire al terzo posto in classifica. I greci rimontano dal -15 del secondo quarto con una ripresa di grande intensità e fisicità e puniscono nel finale con Nemanja Nedovic, MVP da ex di giornata

Il Forum fa da palcoscenico alla più classica partita dal doppio-volto: il primo tempo è tutto griffato Armani, con un’Olimpia capace di proseguire sull’ottima falsariga difensiva delle ultime uscite e soffocare lo stentato attacco ospite sotto un pesante -15 che dà la netta impressione di poter essere tranquillamente controllato con il trascorrere dei minuti. Il Pana, timido, impreciso e fumoso, cambia faccia nell’intervallo, ripresentandosi con ritrovata intensità, fisicità e armonia offensiva, spinto sul perimetro dal risorto Shelvin Mack e ispirato dalle iniziative di Nemanja Nedovic, in chiara versione da ex con il dente molto avvelenato.

La superiorità fisica della front-court biancoverde sposta gli equilibri della partita: l’Olimpia fatica a mettere piede in area, lì dove aveva costruito gran parte del margine in una serata segnata da una scarsissima influenza del tiro pesante e soffre l’intraprendenza di Kostas Mitoglou e i post-up di Ioannis Papapetrou, splendido nello sfruttare i mismatch sui cambi difensivi. Shields e Hines sembrano poter respingere l’assalto ospite, ma un paio di palle perse banali in chiusura di terzo periodo riassotigliano il gap e permettono al Pana di approcciare l’ultimo quarto con grande spinta e entusiasmo.

Milano cerca maggior versatilità offensiva e sui cambi andando piccola, ma l’attacco non migliora e i greci ne approfittano per macinare punti vicino al ferro: l’aggancio, inevitabile, arriva a quota 62, ma l’Olimpia, nel momento peggiore, recupera vivacità difensiva piazzando un mini-parziale per il nuovo +6 costruito interamente in lunetta. Con le spalle al muro, il Panathinaikos inventa due triple con Nedovic e Papapetrou per il sorpasso e due brutte scelte offensive di Punter e Shields, accontentatisi di due jumper dal palleggio nel minuto finale, consegnano il successo agli ospiti.

A|X Armani Exchange Milano – Panathinaikos Opap Atene 77-80
(22-18, 20-12, 18-24, 17-26)

Olimpia Milano: Punter 16, Delaney 14, Shields 13, LeDay 10, Hines 9, Roll 5, Tarczewski 4, Brooks 2, Micov 2, Moraschini 2. All. Messina.

Panathinaikos: Nedovic 16, Mitoglou 14, Papapetrou 14, White 9, Mack 8, Papagiannis 8, Sant-Roos 5, Bentil 3, Bochoridis 3. All. Vovoras.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter