Il Napoli vola in semifinale: 1-0 alla Lazio

Grazie a un gol messo a segno dal proprio capitano dopo due minuti, gli azzurri avanzano in Coppa Italia e ora attendono la vincente di Inter-Fiorentina. Partita incredibile: Immobile sbaglia un rigore, Hysaj e Lucas Leiva vengono espulsi nei primi 25 minuti e le due squadre colpiscono due pali a testa

FORMAZIONI:

Napoli (4-3-3): Ospina; Hysaj, Manolas, Di Lorenzo, Rui; Lobotka, Demme, Zielinski; Callejon, Milik, Insigne. All. Gattuso.

Lazio (3-5-2): Strakosha; Ramos, Acerbi, Radu; Lazzari, Parolo, Leiva, Milinkovic-Savic, Lulic; Caicedo, Immobile. All. Inzaghi.

CRONACA:

Pronti via, il Napoli va subito in vantaggio con Insigne. L’attaccante azzurro torna al goal su azione al San Paolo dopo un anno, stavolta superando Luiz Felipe abilmente entrando in area, per poi battere Strakosha con un preciso piatto. E’ solo l’inizio di una prima frazione assurda. Appena sei minuti dopo, all’8′, gamba tesa di Hysaj in area, ammonito, e rigore per la Lazio. Stavolta però Immobile non riesce ad insaccare, svicolando incredibilmente dagli undici metri e dunque concludendo alto sulla traversa. Sono Hysaj e Immobile i protagonisti assoluti anche a metà tempo: fallo dell’albanese, secondo giallo e rosso. La partita però continua su binari di assurdità quando anche Lucas Leiva dall’altra parte non solo trova l’ammonizione, ma anche la seconda nel giro di pochi secondi dopo un battibecco col direttore di gara. Dalle parti dei portieri però tutto tace, senza parate di rilievo.

Il Napoli difende con attenzione, la Lazio preme senza mettere il piede sull’acceleratore in zona pericolosa. Solamente a metà della seconda frazione si torna nelle due aree, con Immobile, non in serata, a concludere a lato e dunque a vedersi annullare una rete in fuorigioco. Deludente anche il Napoli, forte però del vantaggio, andato vicinissimo al raddoppio con la parata di Strakosha su Milik, terminata poi sul palo. Legno anche per gli ospiti, stavolta con un Immobile sfortunato la cui conclusione, a 10′ dalla fine, si stampa sulla traversa. Il Napoli ha però il record di legni colpiti in campionato e non è da meno neanche in Coppa: dopo Immobile, ci pensa Mario Rui, a giro col destro, a far mettere le mani in testa ai tifosi azzurri dopo il montante colpito da Milik. Al quale, incredibilmente, ha risposto anche Milinkovic-Savic, con un altro palo da centro area, sulla cui respinta Acerbi ha depositato in fuorigioco. Una partita assurda e spettacolare, con quattro pali, due rossi, un rigore sbagliato e diversi goal annullati per fuorigioco. A sfidare Inter o Fiorentina sarà però il Napoli.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter