Il Napoli vince 2-0 a Frosinone

Il Napoli , reduce da due sconfitte di fila contro Arsenal e Atalanta, torna al successo e condanna il Frosinone di Baroni a una quasi certa retrocessione in Serie B. Dries Mertens sblocca il risultato al 19′ su punizione e raggiunge il Pibe de Oro a quota 81 gol in campionato in la maglia azzurra. Amin Younes, uno dei migliori in campo, firma il raddoppio al 49′

FORMAZIONI:

Frosinone (3-5-2): Sportiello; Goldaniga, Ariaudo, Brighenti; Ghiglione, Gori, Maiello, Valzania, Beghetto; Pinamonti, Trotta. All. Baroni.

Napoli (4-4-2): Ospina; Malcuit, Koulibaly, Luperto, Ghoulam; Callejon, Zielinski, Ruiz, Younes; Milik, Mertens. All. Ancelotti.

CRONACA:

Prestazione convincente quella dei partenopei allo Stirpe, anche se la prima vera azione da rete dell’incontro è stata di marca giallazzurra con Valzania che, dopo una manciata di minuti, ha sciupato la chance che avrebbe potuto consentire ai Canarini di passare in vantaggio. Scampato il pericolo iniziale, gli uomini di Ancelotti hanno iniziato a comandare il gioco in lungo e largo. Ottima la pressione, ma anche il giro palla di un Napoli che ha fin da subito guadagnato metri sul campo costringendo gli avversarsi a rintanarsi in difesa per poi tentare qualche sortita in contropiede. A sbloccare il risultato è stato Dries Mertens con un pregevole calcio di punizione al 19’. Da lì in poi il discorso per gli azzurri si è fatto in discesa e questo anche perchè troppo netta, in termini qualitativi, è parsa la differenza tra le due squadre.

Nella ripresa la partita non cambia, anzi il Napoli continua a spingere con forza e al 49’ chiude anche definitivamente i giochi con Younes. Il Frosinone prova ad accelerare per alcuni minuti con l’intento di riaprire la gara, di fatto però sono gli ospiti a comandare. I partenopei creano in più occasioni i presupposti per calare il tris e al 64’ sono anche sfortunati quando nel giro di pochi secondi per due volte i legni fermano prima Callejon e poi Fabian Ruiz. Nel finale il risultato non cambia, i ragazzi di Ancelotti gestiscono la situazione senza particolari affanni e il Frosinone è costretto ad arrendersi. Per i Canarini un ko pesante, il terzo consecutivo, che rende ancor più complicato ogni discorso salvezza.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter