Il Napoli va in finale: 1-1 Inter eliminata

Il Napoli si regala la finalissima con la Juventus del 17 giugno. Conte eliminato, Ospina migliore in campo con almeno tre parate decisive. Con l’ammonizione però salterà l’ultimo atto, perché diffidato. I nerazzurri si fermano in semifinale

FORMAZIONI:

Napoli (4-3-3): Ospina; Di Lorenzo, Maksimovic, Koulibaly, Hysaj; Elmas, Demme, Zielinski; Politano, Mertens, Insigne. All. Gattuso.

Inter (3-4-1-2): Handanovic; Skriniar, De Vrij, Bastoni; Candreva, Barella, Brozovic, Young; Eriksen; Martinez, Lukaku. All. Conte.

CRONACA:

Passano appena tre minuti e la squadra di Conte é già in vantaggio: Eriksen pennella un insidioso calcio d’angolo ed Elmas devia leggermente la traiettoria, che beffa Ospina e riporta subito in equilibrio il discorso qualificazione. Evidente l’incertezza del portiere colombiano in questa occasione. I nerazzurri tengono in mano il pallino del gioco effettuando un buon palleggio a metà campo, legittimando il vantaggio con tanti uomini chiamati a partecipare alla fase offensiva. Gli uomini di Gattuso non riescono a creare trame di gioco limpide e faticano ad innescare le punte. Pochi minuti dopo lo stesso Ospina si riscatta parzialmente con un grande intervento su Lukaku, che sfiora il raddoppio da ottima posizione. Poco prima dell’intervallo Young rischia il secondo giallo con un duro intervento in ritardo ma viene graziato dall’arbitro. La reazione dei padroni di casa arriva addirittura sul perfetto rinvio di Ospina, che sorprende gli avversari dopo un’azione d’angolo e lancia Insigne in velocità: il capitano azzurro taglia in area e serve un comodo pallone a Mertens, che deve solo appoggiare a rete per diventare il miglior marcatore della storia del Napoli.

Nella ripresa la squadra di Gattuso cambia marcia e si mostra più brillante sula scia del pareggio ritrovato: l’allenatore calabrese manda in campo Callejon, Ruiz e Milik, mentre Conte risponde con Moses e Sanchez al posto di Candreva e Martinez, autore di una partita poco convincente. E’ proprio il cileno a rendersi subito pericoloso con un bel diagonale in area di poco a lato. Nel finale i nerazzurri alzano il proprio baricentro cercando l’assalto finale, ma la retroguardia azzurra regge bene sigillando l’accesso alla finale di Coppa Italia.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter