Il Napoli saluta l’Europa: 2-1 al Granada

Gli uomini di Gattuso non riescono a ribaltare il 2-0 dell’andata in favore del Granada: al Maradona termina 2-1, spagnoli agli ottavi di finale. A segno Zielinski in apertura, pareggio di Montoro e nella ripresa rete di Ruiz. Mertens in campo per mezz’ora nella ripresa

FORMAZIONI:

Napoli (3-4-1-2): Meret; Maksimovic, Koulibaly, Rrahmani; Di Lorenzo, Ruiz, Bakayoko, Elmas; Zielinski; Politano, Insigne. All. Gattuso.

Granada (4-2-3-1): Silva; Foulquier, Sanchez, Duarte, Neva; Montoro, Eteki; Puertas, Gonalons, Kenedy; Molina. All. Martinez.

CRONACA:

Pronti via, il Napoli trova la rete più veloce della sua storia in Europa League: la grande progressione di Zielinski termina con una conclusione potente e precisa su cui Rui Silva non può nulla. Sembra il preludio ad una possibile rimonta, ma il gioco spezzettato e un Granada solito fanno durare i sogni dei partenopei fino al 25′. E’ infatti Montoro a riportare il Napoli sulla terra e metterlo ancor più in difficoltà per l’eventuale qualificazione: Foulquier mette in mezzo un pallone preciso al 25′ che il giocatore del team biancorosso colpisce con forza di testa, battendo Meret per il pareggio. Dalla rete dell’1-1 il Napoli sembra perdere le speranze di trovare una nuova scintilla nel primo tempo, così da avere nuovi desideri di rimonta. L’unica conclusione nello specchio portata dagli avanti di Gattuso è di fatto il montante colpito da Insigne su calcio di punizione.

La ripresa è solamente lampi improvvisi senza grande continuità, con il Napoli pericoloso sui piedi di Elmas prima di trovare il nuovo vantaggio grazie ad un altro centrocampista: è Fabian Ruiz a segnare il 2-1 di sinistro, dopo il preciso tocco di Insigne. Gattuso manda in campo anche Mertens per una mezzora senza squilli, dopo i problemi muscolari degli ultimi due mesi: l’ingresso del belga non cambia il copione del match. Napoli senza ulteriori cambi in attacco per provare nuove soluzioni, viste le idee offensive che latitano: il Granada perde ma passa il turno.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter