Il Napoli ruggisce ancora! Rimontato il Brescia: 2-1

Al Rigamonti gli uomini di Gattuso trovano la sesta vittoria nelle ultime 7 uscite. Diego Lopez va in vantaggio con un’incornata di Chancellor, ma un rigore del capitano azzurro e un tiro a giro dello spagnolo ribaltano il risultato nella ripresa. Il club campano, impegnato martedì in Champions contro il Barça, sale momentaneamente al sesto posto

FORMAZIONI:

Brescia (4-3-2-1): Joronen; Sabelli, Mateju, Chancellor, Bisoli; Dessena, Tonali, Martella; Bjarnason, Zmrhal; Balotelli. All. Lopez.

Napoli (4-3-3): Ospina; Di Lorenzo, Maksimovic, Manolas, Rui; Ruiz, Demme, Elmas; Politano, Mertens, Insigne. All. Gattuso.

CRONACA:

Una sfida, quella del Rigamonti, che ha visto un Napoli estremamente attivo nelle primissime fasi. Pronti-via e Mertens con una conclusione da posizione estremamente defilata, riesce a sorprendere Joronen con una traiettoria beffarda, ma si vede negare la gioia della rete dalla parte alta della traversa. I partenopei comandano il gioco senza affanni, ma lo fanno senza velocità e senza quelle idee necessarie per abbattere il muro innalzato dal Brescia. I padroni di casa si difendono con ordine per poi ripartire e, dopo essere riusciti a resiste alle folate iniziali degli avversari, al 27’ trovano il vantaggio: corner battuto da Tonali, Chancellor sovrasta tutti e di testa non lascia scampo ad Ospina per l’1-0. Sotto di una rete il Napoli prova a riportarsi avanti ma lo fa sempre senza riuscire ad aumentare i giri, favorendo così il compito della retroguardia sempre più chiusa del Brescia.

Nella ripresa gli uomini di Gattuso danno fin da subito l’impressione di essere tornati in campo con il piglio giusto e già al 50’ arriva il goal che vale il momentaneo pareggio: rigore assegnato da Orsato per un evidente fallo di mano di Mateju in area, sul dischetto si presenta Insigne che trasforma con grande freddezza. Galvanizzato dal pareggio, il Napoli continua a premere sull’acceleratore e al 54’ raddoppia: prodezza balistica di Fabian Ruiz che dal limite lascia partire uno splendido sinistro a giro sul quale Joronen non può nulla. La gestione della fase finale di gara non è particolarmente complicata, anche se il Brescia riesce a guadagnare metri in campo. I partenopei vincono la loro seconda partita consecutiva e mandano un messaggio alle rivali che lottano per quelle posizioni che valgono una qualificazione europea.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter