Il Napoli non sbaglia e approda ai quarti: 2-0 al Sassuolo

Il Napoli sblocca il risultato al 15′ con un gol di rapina di Arek Milik su grande giocata di Insigne e raddoppia al 74′ con un sinistro di Fabian Ruiz. Sull’1-0, dopo un check Var, Chiffi cancella la rete del pareggio del Sassuolo rilevando un tocco di braccio di Locatelli. Nel finale esordio in prima squadra per il 18enne Gianluca Gaetano, attaccante della Primavera del Napoli

FORMAZIONI:

Napoli (4-2-3-1): Ospina; Hysaj, Maksimovic, Koulibaly, Rui; Ruiz, Diawara; Callejon, Ounas, Insigne; Milik. All. Ancelotti.

Sassuolo (4-3-3): Pegolo; Lirola, Magnani, Peluso, Rogerio; Locatelli, Sensi, Duncan; Berardi, Boateng, Djuricic. All. De Zerbi.

CRONACA:

Il Sassuolo vuole come sempre giocare molto palla a terra ma il Napoli sa come colpire i punti deboli della difesa neroverde, cercando costantemente l’aggressione alta. Bellissima l’azione che porta al vantaggio azzurro, con Ounas e Insigne che scambiano palla a terra fino al cross dell’attaccante partenopeo: l’uscita di Pegolo è tragica, smanacciata sul corpo di Milik e Napoli avanti. Un gol arrivato dopo una grande chance sprecata da Callejon, pescato da un classico cambio di fronte dell’attacco azzurro.

Var in azione dopo la mezz’ora. Locatelli impegna severamente Ospina da lontano, l’azione prosegue e ancora Locatelli si trova sul destro il pallone del pareggio su un bell’invito di Djuricic dopo un regalo di Hysaj: l’ex Milan insacca, la tecnologia riesamina il primo controllo del centrocampista, in occasione della conclusione da fuori, e rileva un fallo di mano. La ripresa scorre via tra tanti cartellini e poche emozioni, almeno fino al gol di Fabian Ruiz, bravissimo nella rasoiata mancina su assist di Milik. Da segnalare, invece, una nuova pagina nella trasversale gara dell’insulto messa in atto dalle tifoserie italiane nelle ultime settimane: nitido il coro “Milano in fiamme” intonato dal pubblico intorno al 20′ della ripresa. Il Sassuolo prova ad accorciare con Locatelli e Berardi senza riuscire a bucare Ospina, nel finale passerella per il giovane Gaetano, in campo al posto di Milik.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo