Il Napoli c’è e tiene il ritmo-Europa: 2-1 al Torino

Con un gol per tempo a firma Manolas prima e Di Lorenzo poi, il Napoli infila la 5a vittoria nelle ultime 6 uscite di Serie A superando il Torino per 2-1. Inutile il gol di Edera per il Toro nel recupero, che di contro incassa la 7a sconfitta consecutiva tra campionato e Coppa Italia. Granata risucchiati sul serio nella lotta per non retrocedere, Napoli al 6° posto che vale l’Europa League

FORMAZIONI:

Napoli (4-3-3): Ospina; Di Lorenzo, Manolas, Maksimovic, Hysaj; Ruiz, Lobotka, Zielinski; Politano, Milik, Insigne. All. Gattuso.

Torino (3-5-2): Sirigu; Izzo, N’Koulou, Bremer; De Silvestri, Lukic, Rincon, Baselli, Ansaldi; Zaza, Belotti. All. Longo.

CRONACA:

Eppure al San Paolo sono stati proprio gli uomini di Longo a partire meglio e a crearsi per primi la chance giusta per passare in vantaggio. Al 2’, su un cross di Ansaldi, l’uscita di Ospina è tutt’altro che perfetta e ad approfittarne è De Silvestri che, splendidamente posizionato, calcia a botta sicura ma viene murato ad un passo dal goal. Sventato il pericolo, il Napoli impiega qualche minuto per prendere le misure all’avversario ma, una volta trovate diventa padrone assoluto del campo. Al 19’ la rete che sblocca il risultato: cross di Insigne dalla destra direttamente da calcio di punizione, Manolas svetta su tutti e di testa non lascia scampo a Sirigu. Il resto della prima frazione è un assolo azzurro, con Insigne che per due volte non riesce a trovare la via della rete e Milik che nel finale di testa non trova lo specchio della porta.

Anche nella ripresa il Torino parte con il piglio giusto, la sua spinta propulsiva si esaurisce però in tempi brevi. Il Napoli riprende a macinare una gran mole di gioco, ma non riesce a capitalizzare quanto creato. I partenopei ci provano con Milik, Zielinski, Di Lorenzo e Politano, ma per il guizzo giusto, quello che scaccia via ogni possibile patema finale, bisogna attendere fino all’83’: Mertens, da poco entrato in campo, imbecca splendidamente in area proprio Di Lorenzo che, dopo essere sbucato alle spalle di Rincon, trova dalla corta distanza il tocco vincente che vale il 2-0. Gara praticamente in archivio, ma il Torino trova la forza per un ultimo forcing e la sua volontà viene premiata in pieno recupero: splendido traversone di Ansaldi dalla sinistra, Edera di testa mette il pallone sul secondo palo dove Ospina non può arrivare. E’ solo una magra consolazione per una squadra che dovrà fare di più per riprendere il cammino in campionato.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter