Il Milan vince anche con la Spal: 3-0

Ottavo di finale sul velluto per gli uomini di Pioli che a San Siro vincono 3-0 con i gol di Piatek, Castillejo e Theo Hernandez. Buone notizie per l’attacco rossonero: il Pistolero torna a segnare dopo un digiuno di più di un mese, mentre il gigante di Malmoe si è riposato in panchina in vista dell’impegno contro l’Udinese. Esordio da titolare per il neo acquisto Kjaer

FORMAZIONI:

Milan (4-4-2): Donnarumma; Conti, Kjaer, Romagnoli, Hernandez; Castillejo, Krunic, Bennacer, Bonaventura; Rebic, Piatek. All. Pioli.

Spal (3-5-2): Berisha; Tomovic, Vicari, Igor; Murgia, Jankovic, Dabo, Strefezza, Tunjov; Paloschi, Floccari. All. Semplici.

CRONACA:

I rossoneri provano subito a schiacciare la SPAL con un ispirato Piatek, che dopo pochi minuti mette subito paura a Berisha. La partita si sbloccherà poi al 20′, quando lo stesso polacco non fallisce l’occasione a tu per tu col portiere spallino su assist filtrante di Bennacer. La SPAL prova ad alzare il baricentrro, ma lascia spazi e perde troppi palloni. Su uno di questi si fionda Piatek, che porta a spasso la difesa avversaria e poi serve il pallone al limite dell’area a Castillejo, bravissimo nell’infilare Berisha con un perfetto sinistro a giro.

Nella ripresa Piatek ha subito due occasioni per fare tris, ma nella prima occasione è bravo Berisha mentre nella seconda il polacco perde troppo tempo prima di calciare e si fa murare la conclusione dal difensore. Il 3-0 è però soltanto rimandato e porta la firma di quello che quest’anno è un attaccante aggiunto, Theo Hernandez, con un missile che stavolta non lascia scampo a Berisha. La partita è ormai segnata, ma c’è comunque da segnalare l’ingresso in campo di Suso che è stato accolto da una bordata di fischi da tutto San Siro, segnale di come il rapporto con i tifosi si sia ormai totalmente deteriorato. La SPAL non si vede praticamente mai, fatta eccezione per un calcio di rigore assegnato e poi tolto col Var dall’arbitro Ghersini per un presunto fallo di mano di Paquetà.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter