Il Milan soffre ma batte 1-0 il Sassuolo

Gara combattuta a San Siro con il Milan provato dalle fatiche di Coppa Italia. Donnarumma chiude la saracinesca e l’episodio decisivo arriva al 35′, in mischia, su corner di Suso. Nella ripresa, Sassuolo più pericoloso nonostante l’espulsione di Consigli

FORMAZIONI:

Milan (4-3-3): Donnarumma; Calabria, Musacchio, Romagnoli, Rodriguez; Kessié, Bakayoko, Paquetà; Suso, Piatek, Calhanoglu. All. Gattuso.

Sassuolo (4-3-3): Consigli; Lirola, Demiral, Ferrari, Peluso; Locatelli, Magnanelli, Sensi; Berardi, Djuricic, Boga. All. De Zerbi.

CRONACA:

I rossoneri provano a fare la partita con un prolungato possesso palla ma trovano le corsie centrali intasate sulla densità delle due linee avversarie. La prima occasione é per la squadra di De Zerbi: Djuricic anticipa Romagnoli con un ottimo guizzo, ma trova la strepitosa risposta di Donnarumma. Il Sassuolo copre bene gli spazi e tiene meglio il campo anche in fase offensiva, ma la risposta del Diavolo arriva la ripartenza di Suso: la palla é diretta sul secondo palo, dove Paquetà impatta male da posizione ravvicinata. Poco dopo la mezz’ora gli uomini di Gattuso passano in vantaggio su calcio d’angolo: Consigli é scavalcato e sul pallone si gettano Piatek e Musacchio, ma l’ultimo tocco é di Lirola nella propria porta. la reazione ospite non tarda ad arrivare e si materializza con uno scatenato Boga, che colpisce un palo con un grandissimo destro a giro dal limite. Lo stesso esterno ivoriano si vede poi annullare un goal pochi minuti dopo per posizione di fuorigioco.

Il Sassuolo torna in campo nella ripresa con la stessa brillantezza e costringe il Milan a difendere con quasi tutti gli uomini. I padroni di casa vanno in difficoltà dal punto di vista fisico e cedono il palleggio alla formazione di De Zerbi. Al 64′ Kessié lancia Piatek in campo aperto, Consigli si fa clamorosamente scavalcare dal rimbalzo del pallone fuori area e trattiene poi il centravanti polacco allargando il braccio: l’arbitro estrae il rosso diretto e lascia gli ospiti in dieci. Il Sassuolo non rinuncia a fare gioco nonostante l’inferiorità numerica, ma il Milan sfiora il raddoppio con la ripartenza di Kessié, che viene fermato dall’ottimo riflesso del neo entrato Pegolo. Nel finale i ritmi calano ed il Diavolo può gestire con più serenità il possesso fino al fischio finale.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo