Il Milan sfata il tabù San Siro: 2-1 al Genoa

I rossoneri rompono la maledizione che durava dallo scorso 7 febbraio. Decide un autogoal di Scamacca nella ripresa dopo il botta e risposta di Rebic e Destro. Rossoneri a +7 dal quinto posto

FORMAZIONI:

Milan (4-2-3-1): Donnarumma; Kalulu, Kjaer, Tomori, Hernandez; Kessié, Bennacer; Saelemaekers, Calhanoglu, Rebic; Leao. All. Pioli.

Genoa (3-5-2): Perin; Goldaniga, Radovanovic, Masiello; Ghiglione, Zajc, Badelj, Strootman, Cassata; Destro, Scamacca. All. Ballardini.

CRONACA:

La partenza dei padroni di casa è autoritaria e al 13’ il Milan è già avanti: punizione di Hernandez deviata dalla barriera, il pallone dopo un tocco di Ghiglione arriva al limite dell’area dove Rebic si coordina col sinistro e trova una conclusione diagonale imparabile per Perin. Il vantaggio porta i rossoneri ad abbassare i ritmi e a commettere troppi errori di lettura. Il Genoa può così guadagnare terreno e al 37’, col primo tiro nello specchio della porta, trova il pareggio: calcio d’angolo di Zajc dalla destra, Destro elude la marcatura di Tomori e di testa trafigge Donarumma. Per il 22 del Genoa, uno degli ex del match, terzo goal contro i rossoneri in questo campionato, dopo la doppietta dell’andata.

Nella ripresa il Milan ha subito l’occasione per riportarsi avanti ma Rebic, da pochi passi, spara alle stelle graziando il Grifone. La squadra di Ballardini è compatta, concede pochi spazi ai rossoneri e per Pioli è necessario attingere dalla panchina per cercare di sparigliare le carte: al 63’ arriva il momento di Brahim Diaz e soprattutto di Mario Mandzukic, al rientro dopo due mesi di stop. A siglare il 2-1 è uno degli uomini più attesi, Gianluca Scamacca, ma nella porta sbagliata: è il 68’, corner di Calhanoglu e deviazione sfortunata del 9 rossoblù, che spiazza Perin. Ballardini prova ad aumentare il peso offensivo inserendo Pandev e Shomurodov e all’86’ sfiora clamorosamente il pareggio: uscita a vuoto di Donnarumma, Kjaer salva sul primo tentativo di Masiello, il pallone arriva a Behrami che spara a botta sicura ma a salvare il Milan stavolta è Tomori, con un salvataggio prodigioso sulla linea.

Successo di vitale importanza per il Milan che sale a quota 66 punti in classifica e torna a festeggiare a San Siro dopo 6 partite senza vittorie tra campionato ed Europa League.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter

Maglie Juve Home e Away Image Banner 300 x 250