Il Milan espugna Udine all’ultimo respiro: 1-0

Un Milan rimaneggiatissimo e che perde anche Higuain nel primo tempo, batte l’Udinese alla Dacia Arena e trova la terza vittoria consecutiva che gli permette di restare al quarto posto. Come contro il Genoa decide un gol a tempo scaduto di capitan Alessio Romagnoli

FORMAZIONI:

Udinese (3-1-4-2): Musso; Opoku, Troost-Ekong, Samir; Mandragora; Ter Avest, Fofana, Pussetto, Larsen; Lasagna, De Paul. All. Velazquez.

Milan (4-4-2): Donnarumma; Abate, Zapata, Romagnoli, Rodriguez; Suso, Kessié, Bakayoko, Laxalt; Cutrone, Higuain. All. Gattuso.

CRONACA:

La gara si gioca su ritmi elevati e fioccano le occasioni da una parte e dall’altra. Pussetto prima mette a lato di poco con un bel tiro a giro dalla distanza, poi impegna Donnarumma alla respinta in corner. Il Milan risponde con un tiro di Higuain che si spegne sul fondo e con un tiro a giro di Suso che esce davvero di poco. Ma la squadra di Velazquez ribatte colpo su colpo, e va nuovamente vicina al vantaggio con due tiri di Lasagna e Ter Avest dall’interno dell’area che non inquadrano lo specchio. Una ginocchiata da tergo di Mandragora mette ko Higuain poco dopo la mezz’ora, il Pipita prova a stringere i denti ma poi alza bandiera bianca ed esce al 35′ per lasciar spazio a Castillejo . Nel finale della prima frazione è Cutrone ad avere una ghiotta occasione, ma sul suo bel tiro si supera Musso che riesce a salvare deviando in corner. L’inizio della ripresa è favorevole all’Udinese, che mette sotto pressione la difesa rossonera.

Il Milan però si rende pericoloso in contropiede, e solo un super Musso nega il goal a Castillejo, autore di un gran tiro dai 25 metri. Proprio lo spagnolo, qualche minuto dopo, serve dalla sinistra a Suso il miglior assist, ma lo spagnolo spreca calciando alto dal cuore dell’area di rigore. Gli ultimi venti minuti vedono il Milan premere alla ricerca del goal della vittoria, i rossoneri sono però molto imprecisi e sprecano altre palle-goal con Castillejo, che si dà tanto da fare ma non riesce a battere Musso. L’Udinese risponde con un tiro di Lasagna deviato in corner da Donnarumma. Nell’ampio recupero saltano gli schemi fra le due squadre e l’arbitro espelle Nuytinck per un’entrata da dietro su Castillejo. In superiorità numerica il Diavolo conquista in extremis la vittoria grazie ancora una volta a capitan Romagnoli, che come contro il Genoa si porta nell’area avversaria e servito da Suso scarica di potenza sotto la traversa, facendo esplodere di gioia Gattuso e i tifosi rossoneri.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo