Il Milan batte 3-0 lo Spezia

Un Milan caratterizzato dal turnover obbligato dopo l’odissea di Europa League contro il Rio Ave, vince 3-0 contro lo Spezia neopromosso. Gara non facile e sbloccata da Leao dopo quasi un’ora di gioco. Il portoghese si ripeterà al 78′, subito dopo un diagonale mancino imparabile di Hernandez. Terza vittoria su tre per il Diavolo, che viaggia in classifica a punteggio pieno

FORMAZIONI:

Milan (4-2-3-1): Donnarumma; Calabria, Kjaer, Gabbia, Hernandez; Tonali, Krunic; Saelemaekers, Diaz, Leao; Colombo. All. Pioli.

Spezia (4-3-3): Rafael; Sala, Erlic, Chabot, Marchizza; Pobega, Ricci, Maggiore; Verde, Galabinov, Gyasi. All. Italiano.

CRONACA:

Gara inizialmente bloccata, coi padroni di casa che nel primo tempo faticano a trovare spazio tra le maglie strettissime di uno Spezia ben messo in campo, chiuso in maniera ordinata nella propria metacampo e pronto a ripartire in contropiede. Gli unici sussulti per i rossoneri arrivano grazie alle giocate estemporanee di Brahim Diaz, il più attivo del quartetto offensivo del Milan, privo di Ibrahimovic e Rebic e con Calhanoglu inizialmente in panchina dopo le fatiche di Vila do Conde.

Pioli è costretto ad inizio ripresa a correre ai ripari e a inserire il turco al posto di Colombo, poco incisivo alla sua prima da titolare in Serie A, con Leao spostato al centro dell’attacco. Ed è proprio sull’asse Calhanoglu-Leao che il Milan sblocca il risultato: calcio di punizione del numero 10 e zampata del portoghese, che riscatta una prova sino ad allora anonima con un goal vitale per i rossoneri. Al 71’ il debutto di Jens-Petter Hauge, che ritorna a San Siro a distanza di 10 giorni ma con una maglia diversa. Aperti gli argini il Milan dilaga: in pochi minuti prima Theo Hernandez e poi ancora Leao completano il tris rossonero.

Tre punti che permettono al Milan di presentarsi al derby, in programma il 18 Ottobre dopo la sosta, davanti all’Inter, in attesa dei rientri di Ibrahimovic, Rebic e Romagnoli e di novità dal mercato.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter