Il Manchester City vince ancora: PSG spazzato via 2-0

Il PSG ci prova nel primo tempo, ma il Manchester City vola sulle ali di Mahrez che firma una doppietta e lancia i citizens verso la prima finale di Champions della propria storia. Finisce 2-0 per la squadra di Guardiola; i parigini chiudono addirittura in 10 per il rosso diretto sventolato a Di Maria

FORMAZIONI:

Manchester City (4-3-3): Ederson; Walker, Stones, Dias, Zinchenko; Silva, Fernandinho, Gundogan; Mahrez, De Bruyne, Foden. All. Guardiola.

PSG (4-2-3-1): Navas; Florenzi, Marquinhos, Kimpembé, Diallo; Herrera, Paredes; Di Maria, Verratti, Neymar; Icardi. All. Pochettino.

CRONACA:

Come ci si aspettava, l’inizio è esplosivo. A Manchester i tifosi del PSG rimangono per qualche secondo con il fiato sospeso per un tocco sospetto di Zinchenko, su cui il direttore di gara Kuipers deve ricorrere al VAR: spalla netta e niente da fare per gli ospiti. Colpiti anche dal vantaggio dei padroni di casa. E’ Ederson a lanciare lungo dalla sua area, con un preciso tocco che innesta sulla sinistra De Bruyne: corsa e conclusione deviata da Florenzi su cui si avventa Mahrez, che dopo l’andata si ripete anche al ritorno. Diagonale vincente dalla destra e Keylor Navas battuto sul secondo palo. Per il PSG la gara si mette in salita, a dir poco ripida. Servono tre goal, due per i supplementari. La consapevolezza di dover scalare una montagna non aiuta, sopratutto causa mancata velocità di Mbappè. L’unica occasione realmente pericolosa arriva con il solito Marquinhos, mostruoso in ogni gara europea: colpo di testa sulla traversa e nulla di fatto. Il Manchester City suda freddo ma non si scompone, rischiando pochissimo per il resto della frazione.

Pochettino non cambia le carte a inizio ripresa nonostante la situazione, così come un Guardiola netto nel confermare, anche abbastanza ovviamente, una squadra più in forma nella prima frazione rispetto a quella parigina, alla ricerca di una scintilla per sperare ancora. Il PSG opta per Kean al posto dell’a dir poco deludente Icardi, ma la situazione invece che migliorare, peggiora in maniera definitiva: Mahrez trova anche il raddoppio, i nervi saltano. Di Maria si fa espellere per un pestone a bordo campo su Fernandinho, Pochettino scuote la testa davanti ad un risultato irreversibile. 2-0, la prima finalista è inglese.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter