Il Brasile conquista la sua nona Copa America: il Perù cede per 3-1

Al Maracanã, il Brasile si porta a casa il trofeo grazie alle reti di Everton e Gabriel Jesus e al rigore di Richarlison; inutile il momentaneo 1-1 di Paolo Guerrero, sempre dal dischetto. La Seleção torna a trionfare dopo 12 anni

FORMAZIONI:

Brasile (4-2-3-1): Alisson; Alves, Marquinhos, Silva, Alex Sandro; Arthur, Casemiro; Gabriel Jesus, Coutinho, Everton; Firmino. All. Tite.

Perù (4-2-3-1): Gallese; Advincula, Zambrano, Abram, Trauco; Tapia, Yotun; Carrillo, Cueva, Flores; Guerrero. All. Gareca.

CRONACA:

Perù molto aggressivo in avvio di gara. La Blanquirroja prova a far valere la propria fisicità a centrocampo ma a sbloccare la partita è una grande giocata di Gabriel Jesus che, dopo essersi liberato, serve a Everton un cross dalla destra che deve solo essere spinto in rete da centro area. Il vantaggio regala sicurezza al Brasile, che sfiora il raddoppio in un paio di occasioni, prima del fallo di mano commesso da Thiago Silva nella propria area di rigore. Dopo aver rivisto l’azione al VAR, l’arbitro conferma la decisione del campo e Guerrero spiazza Alisson dal dischetto, regalando l’1-1 al Perù. Prima rete incassata dai verdeoro in questa Copa America ma pareggio che dura solo una manciata di minuti. Nel recupero del primo tempo Firmino recupera infatti un pallone a centrocampo, con Arthur che lo serve poi a Gabriel Jesus, glaciale davanti a Gallese.

Nella ripresa a farsi preferire è il Brasile, che prova a chiudere la gara prima con Coutinho e poi con Firmino. A rimettere in partita il Perù è però il rosso improvviso a Gabriel Jesus, costretto a lasciare il campo per una somma di ammonizioni. Episodio che regala linfa alla Blanquirroja, vicinissima al pareggio con Flores. Nonostante l’uomo in meno, gli uomini di Tite riescono però a difendere il vantaggio, contenendo gli ultimi assalti del Perù e chiudendo la gara con il calcio di rigore di Richarlison all’89’ per un fallo su Everton. Brasile campione della Copa America 2019, la nona della propria storia.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter