Icardi fa volare l’Inter: Pescara battuto 2-1

Una gara molto equilibrata e ben giocata da ambo le parti viene sbloccata nella ripresa dal neo entrato Bahebeck, ma due reti di Icardi firmano la rimonta: primo successo dell’inter in campionato.

FORMAZIONI:

PESCARA (4-3-2-1): Bizzarri; Zampano, Campagnaro, Gyomber, Biraghi; Memushaj, Brugman, Cristante; Benali, Verre; Caprari. All. Oddo

INTER (4-2-3-1): Handanovic; D’Ambrosio, Miranda, Murillo, Santon; João Mario, Medel; Candreva, Banega, Perisic; Icardi. All: De Boer

CRONACA:
L’Inter parte compatta nei vari reparti e mette alle corde il Pescara nel primo quarto d’ora di gara. I nerazzurri si muovono bene in campo. collezionano calci d’angolo ma non riescono a creare particolari pericoli dalle parti di Bizzarri. Dopo la mezz’ora di gioco le squadre si allungano e fioccano le occasioni da rete dall’una e dall’altra parte. Al 33′ ghiotta palla-goal per il Pescara: cross di Verre dalla sinistra, Cristante dall’altra parte dell’area ci prova di collo piede ma spedisce sul fondo da buona posizione. La replica dell’Inter è immediata e arriva due minuti dopo: Banega dal limite dell’area, in posizione centrale, si libera al tiro: sinistro secco rasoterra respinto da Bizzarri, che compie poi un miracolo sulla successiva conclusione di Candreva da distanza ravvicinata. Ancora gli ospiti al 41′: fuga di Perisic sulla sinistra e cross morbido al centro. Candreva fa da sponda per l’accorrente Banega, la cui conclusione stavolta è respinta all’ultimo da Campagnaro. Ma il finale è completamente di marca pescarese. Al 42′ Caprari si beve Murillo, superandolo in velocità, e crossa al centro per l’accorrente Verre, che con un bel tiro colpisce in pieno la traversa. Al 45′ invece lo stesso Verre è bravo a ripartire di gran carriera palla al piede e a concludere dai 25 metri dopo una lunga cavalcata: ma Handanovic è attento e riesce a deviare la palla salvando la propria porta.

L’Inter riparte nella ripresa con grande determinazione, ma deve fare i conti con l’imprecisione in fase di conclusione dei suoi giocatori e a un Bizzarri in stato di grazia. Al 49′ Banega imposta su Candreva, che effettua un cross tagliato in area: Icardi sfiora soltanto di testa e la palla sfiora il palo più lontano. Il Pescara risponde al 51′ con Memushaj, che servito da Verre, spara una sassata sulla quale Handanovic è molto bravo a dir di no. Proseguono a susseguirsi le emozioni, e l’Inter deve veramente mangiarsi le mani al 56′: su cross di Perisic dalla sinistra, Icardi fa velo per Banega, che calcia a botta sicura da distanza ravvicinata. Bizzarri si supera e salva ancora una volta parando con le gambe. Nel momento in cui la gara è apertissima, Oddo indovina la mossa che spacca la gara: dentro Bahebeck per Benali. Dopo una bella percussione centrale di D’Ambrosio, conclusa con una botta di poco alta sopra la traversa con il mancino, al secondo pallone toccato, il nuovo entrato sblocca la partita al 63′. Grande azione di Zampano sulla destra e cross al centro, dove Bahebeck sfugge alla marcatura di D’Ambrosio e come un falco deposita il pallone in rete per l’1-0 biancazzurro. La risposta di de Boer non si fa attendere, con Palacio, Eder e Jovetic buttati tutti insieme nella mischia al 75′. E il coraggio del tecnico olandese è premiato dopo appena 2 minuti: traversone di Banega dalla trequarti, Icardi è abile a sfuggire al suo controllore e con un colpo di testa preciso da centro area fissa il punteggio sull’1-1. Il finale di gara è rovente. Il Pescara rischia di trovare il goal della vittoria all’84’, ma su tiro-cross a giro di Pepe, anche lui entrato al posto di Caprari, e velo di Bahebeck a centro area, Handanovic si supera deviando in calcio d’angolo. Dall’altra parte Bizzarri non è da meno, negando la rete a Palacio all’89’ su tiro da distanza ravvicinata. In pieno recupero è però dell’Inter l’azione vincente: Icardi controlla bene un pallone in area e scarica con violenza in porta, insaccando alle spalle del suo connazionale Bizzarri.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter