Grande Italia in Olanda: 1-0

Alla Johan Cruijff Arena, la squadra di Mancini gioca benissimo e porta a casa la prima vittoria in Nations League: decisivo il gol messo a segno agli sgoccioli del primo tempo dal centrocampista interista. Azzurri in vetta al girone. Ottimo l’esordio di Locatelli

FORMAZIONI:

Olanda (4-3-3): Cillessen; Hateboer, Veltman, Van Dijk, Ake; De Roon, Van De Beek, De Jong; Wijnaldum, Depay, Promes. All. Lodeweges.

Italia (4-3-3): Donnarumma; D’Ambrosio, Bonucci, Chiellini, Spinazzola; Barella, Jorginho, Locatelli; Zaniolo, Immobile, Insigne. All. Mancini.

CRONACA:

Azzurri che iniziano subito di buona lena, dimostrando una determinazione molto diversa rispetto al primo impegno contro la Bosnia. Gli Azzurri pressano alti e creano pericoli agli avversari, difettando un po’ nella mira. Al 12′ su palla di Locatelli respinta dalla difesa, Barella calcia bene dal limite dell’area e mette di poco alto sopra la traversa. Azione spettacolare al 17′: Spinazzola sfonda sulla sinistra e crossa sul secondo palo, dove Zaniolo tenta il gran goal in acrobazia e mette alto di un soffio sopra la traversa. Ancora Azzurri insidiosi 2 minuti più tardi con Immobile che ben servito da Insigne, cerca la sua classica conclusione partendo dalla sinistra, e mette a lato di poco. Il goal sembra nell’aria ma la squadra di Mancini perde un attimo di mordente, mentre l’Olanda prova a reagire. Al 32′ Wijnaldum parte dalla sinistra, converge verso il centro e calcia: la conclusione centrale trova Donnarumma pronto a bloccare in due tempi. Le cattive notizie per Mancini arrivano al 41′, quando Zaniolo, dopo un contatto a centrocampo con Van de Beek, chiede la sostituzione. Il giocatore della Roma lascia il terreno di gioco un minuto dopo per una distorsione al ginocchio sinistro, con Kean che ne prende il posto. L’Italia risponde al 35′ con un tiro a giro di Insigne dalla sinistra, che esce di un soffio sul secondo palo. Chiellini, al rientro da titolare tappa i buchi difensivi, poi è Barella a regalare la gioia più grande: cross teso di Immobile e incornata vincente del centrocampista dell’Inter, che pur non altissimo, riesce a sorprendere due ‘giganti’ come Van Dijk e Aké, e a insaccare sotto la traversa.

L’inizio della ripresa è scoppiettante e gli azzurri vanno vicini a più riprese al raddoppio. Un errore di Hateboer libera Immobile davanti a Cillessen al 53′, ma il bomber della Lazio si addormenta, e una volta allargatosi, viene chiuso dal recupero del giocatore dell’Atalanta. Poco dopo è nuovamente Insigne, con un bel tiro a giro, ad andare ad un passo dallo 0-2: salva il portiere olandese con una grande parata. In contropiede è tuttavia l’Olanda a rendersi particolarmente pericolosa al 55′: assist di Wijnaldum dalla destra per Van de Beek, tiro a botta sicura e miracoloso intervento di Donnarumma a mettere in angolo. I padroni di casa nel finale aumentano il forcing offensivo alla ricerca del pareggio, ma l’Italia controlla bene il vantaggio e ha con Kean e Chiesa tre ghiotte occasioni per raddoppiare, senza riuscire tuttavia a finalizzare. Dopo un ampio recupero, finisce 1-0 per i ragazzi di Mancini, che effettuano il sorpasso in classifica sugli Arancioni.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter