Grande Impresa dell’Italia Under 19 in semifinale battuta la grande Inghilterra 2-1

E’ Federico Dimarco il protagonista indiscusso del cammino straordinario dell’Italia Under 19 all’Europeo di categoria: quattro delle cinque reti azzurre sono sue.

INGHILTERRA-ITALIA 1-2
MARCATORI 27’ p.t (rig) e 15′ s.t. Dimarco, 40′ s.t. aut. Picchi
INGHILTERRA (4-4-2) Woodman; Kenny, Tomori, Oxford, Walker-Peters (86′ Lookman); Maitland-Niles, Onomah, Rossiter, Brown; Abraham (13′ s.t. Ojo), Solanke. (Howes, Taylor Moore, Fry, Ledson, Tafari Moore). All. Boothroyd
ITALIA (4-4-2) Meret; Vitturini, Romagna, Coppolaro, Dimarco (30’ s.t. Pezzella); Ghiglione, Barella, Locatelli, Picchi; Favilli (35’ s.t. Cutrone), Panico (13’ s.t. Minelli). (Zaccagno, Edera, Cassata, Pontisso). All. Vanoli

Grande impresa dei ragazzi guidati dal CT Paolo Vanoli (ex giocatore di Bologna e Fiorentina), che senza  segnare un gol su azione, l’Italia è in finale all’Europeo Under 19, vinto una sola volta, nel 2003, con Berrettini in panchina, e in campo Chiellini, Aquilani, Pazzini, e non ci crederete in quell’Italia c’era anche lui Simone Padoin, il giocatore che vince sempre titoli!!!!

Contro l’Inghilterra, grande favorita, campione con questi ragazzi già in Under 17 ed arrivata in semifinale vincendole tutte, ha deciso nuovamente Federico Di Marco, terzino sinistro appena preso dall’Empoli, che ha un piede educato nel battere i calci da fermo. Ed infatti segna un gol su rigore, il terzo in 4 partite, un calcio di punizione nella ripresa.

Il primo tempo è troppo teso per essere spettacolare: l’unica emozione è quella che sblocca tutto, il controllo goffo dall’anglo-canadese del Chelsea, Fikayo Tomori, che poi si avventa sul pallone per provare a riprenderlo, travolgendo Favilli, rigore giusto che  Dimarco trasforma spiazzando Woodman. L’Inghilterra sembra sempre sul punto di segnare, con la vivacità in fascia dell’incontenibile Isaiah Brown, talento d’origine giamaicana che dopo aver regalato al Chelsea la Youth League 2014-15 è andato a fare il titolare in prestito al Vitesse, il duo d’attacco Abraham-Solanke sempre del Chelsea sono una coppia formidabile, ma le linee azzurre sono strette e il campo molto pesante non facilita le giocate in velocita’ e la coppia difensiva Coppolaro-Romagna (Udinese e Juventus) sono sempre attenti in difesa.

In apertura di secondo tempo,  Favilli e Panico non riesco ad arrivare in scivolata su un cross basso di Ghiglione, al 7′ il primo angolo per gli azzurri, con Romagna che tenta un complicato colpo di tacco sul secondo palo, L’Inghilterra risponde con una bella azione manovrata avviata da Brown, e rifinita da Maitland-Niles: tiro-cross di Kenny, Abraham ci mette il piede ma la palla si impenna sopra la traversa. Arriva il raddoppio, sempre col sinistro di Dimarco, grande punizione a giro, Barella rischia l’autogol su calcio d’angolo, e il neo entrato Ojo (inspiegabilmente in panchina) impegna Meret da fuori.

Minelli, subentrato a Panico, manda in gol Favilli, ma l’attaccante della Juventus era scattato in fuorigioco. L’Inghilterra prova a reagire, con Brown che spreca una clamorosa occasione da gol mandando alto di prima intenzione solo in area, ma si ritrova con lo svantaggio dimezzato senza neanche tirare in porta: calcio d’angolo, Romagna allontana di testa, la palla sbatte su Picchi e finisce in fondo alla rete.

l’Italia, con la miglior difesa dell’Europeo, porta a casa il 2-1. E può cominciare a preoccuparsi per la presenza in finale del terzino bomber Dimarco, che ha lasciato il posto al palermitano Pezzella a un quarto d’ora dalla fine per un fastidio muscolare.

L’Italia domenica alle 21,00 affrontera’ la Francia che ha battuto il Portogallo per 3-1 con 2 gol di Mbappe, ci si aspettava una finale tra Portogallo ed Inghilterra ed invece ci gusteremo Italia e Francia.

Con due gol e un assist di Kylian Mbappé, la Francia batte in rimonta il Portogallo e arriva alla finale del Campionato Europeo Under 19 UEFA per la quarta volta.

I transalpini, a segno cinque volte nell’ultima gara del Gruppo B, vengono colti di sorpresa nei primi minuti. Gonçalo Rodrigues calcia una perfetta punizione dalla destra per Pedro Pacheco, che sbuca sul primo palo e incorna alle spalle di Paul Bernardoni.

Ma il vantaggio dura poco. Kylian Mbappé fugge sulla sinistra e crossa per Ludovic Blas, che sigla il pareggio. Nonostante le premesse, il primo tempo si chiude senza altre occasioni degne di nota, tranne una conclusione sul fondo di Pedro Delgado poco prima dell’intervallo.

Le difese restano protagoniste fino al 67′, quando il terzino destro francese Clément Michelin serve un altro pregevole cross per Mbappé, che non ha problemi a insaccare sul primo palo.

About the Author

Andrea Schiavina
Nato a Bologna il 19/06/1965 titolo di studio Geometra, sport praticati a livello agonistico Nuoto, Pallanuoto, Football americano e Tennis. Appassionato di sport in genere, sono osservatore di calcio professionista, collaboro con Radio Nettuno, Abito a grizzana Morandi in provincia di Bologna sposato

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter