GP BAHREIN: VETTEL FA UNA MAGIA E VINCE LA SECONDA SFIDA MONDIALE

Gara aperta anzi, apertissima, quella che si è appena conclusa in Bahrein in questo secondo appuntamento mondiale del campionato 2018 di Formula 1.
Uno dei più suggestivi circuiti del mondo, illuminato dalle luci di una sfida notturna e sconvolta da un gioco di strategie che non si vedeva da moltissimo tempo.
Partenza di fuoco che ha visto mantenere la prima posizione al ferrarista Sabastian Vettel mentre non così bene è stata quella di Raikkonen, che da secondo si è visto terzo ai danni di Valtteri Bottas.
Nelle retrovie, a pochi giri dall’inizio della gara, si è invece scatenato l’inferno: Verstappen ha bucato una gomma nel suo straordinario sorpasso ai danni di Hamilton ed è così stato costretto al ritiro. Stessa sorte sfortunata, praticamente contemporanea, quella di Daniel Ricciardo, imbrogliato da un problema elettrico.
Gara rovinata in casa Red Bull ma gara agevolata per gli uomini Mercedes, che con Hamilton sono riusciti a fare un grande lavoro di strategia e tornare a giocarsi la vittoria. Il campione in carica, partito in nona posizione, è tornato nel giro di pochissimi giri a giocarsi la vittoria con una scelta di mescole Pirelli diversa da quella dei compagni.
Colpo di sfortuna quello che invece ha colpito la Ferrari: il secondo pit stop di Kimi Raikkonen non poteva essere più sfortunato con un problema al cambio della gomma che ha portato a un incidente nei box. Un meccanico Ferrari è infatti stato investito durante la ripartenza del finlandese per un mancato fissaggio della gomma.
Sebastian Vettel si è così ritrovato da solo al comando della gara senza l’aiuto e il sostegno del compagno di squadra e con la decisione dal muretto di non perdere il tempo di pit stop necessario per un secondo cambio e quindi con l’inaspettata decisione di arrivare fino in fondo con le stesse mescole.
Giri concitati e pieni di sorpresa quelli che hanno diviso il campione di casa Ferrari dalla sua conquista del secondo primo posto in questo mondiale. Bottas infatti ha tentato l’attacco con la sua Mercedes per portare a casa una vittoria ma non è riuscito a sferrare l’attacco decisivo e Sebastian Vettel ha sorriso alla strategia di Maranello.
Per il tedesco infatti questo duecentesimo Gp in Formula 1 è stato tanto carico di adrenalina quanto pieno di gioia sul finale: per lui una vittoria e un bel distacco di punteggio dal suo diretto avversario, Lewis Hamilton, oggi terzo.

RISULTATI GP BAHRAIN:
1 – Sebastian Vettel (Ferrari) – 57 giri 1.32’01″940
2 – Valtteri Bottas (Mercedes) – 0″699
3 – Lewis Hamilton (Mercedes) – 6″512
4 – Pierre Gasly (Toro Rosso-Honda) – 1’02″234
5 – Kevin Magnussen (Haas-Ferrari) – 1’15″046
6 – Nico Hulkenberg (Renault) – 1’39″024
7 – Fernando Alonso (McLaren-Renault) – 1 giro
8 – Stoffel Vandoorne (McLaren-Renault) – 1 giro
9 – Marcus Ericsson (Sauber-Ferrari) – 1 giro
10 – Esteban Ocon (Force India-Mercedes) – 1 giro
11 – Carlos Sainz (Renault) – 1 giro
12 – Sergio Perez (Force India-Mercedes) – 1 giro
13 – Brendon Hartley (Toro Rosso-Honda) – 1 giro
14 – Charles Leclerc (Sauber-Ferrari) – 1 giro
15 – Romain Grosjean (Haas-Ferrari) – 1 giro
16 – Lance Stroll (Williams-Mercedes) – 1 giro
17 – Sergey Sirotkin (Williams-Mercedes) – 1 giro

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter