Giacomo Nizzolo é campione d’Italia: Brambilla e Pozzato sul podio

Lo sprinter milanese della Trek Segafredo rimonta Brambilla dopo il muro di Erbanno e si veste di Tricolore sul podio di Darfo Boario, succedendo a Vincenzo Nibali. Per Nizzolo, 9 volte secondo al Giro d’Italia e squalificato a Torino dopo aver vinto l’ultima tappa, i Campionati italiani sono una vera rinascita termale: “Tutti mi chiamavano eterno piazzato e non é che potessi dargli torto!”

Il brianzolo della Trek-Segafredo ha regalato spettacolo al Campionato italiano di ciclismo su strada svoltosi oggi a Darfo Boardio Terme attaccando in testa l’ultima salita e poi facendo la differenza in discesa per andare a riprendere un Gianluca Brambilla che non ha potuto nulla in volata contro il più forte avversario.

Sono bastati pochi chilometri perché si formasse la prima fuga di giornata. Ad avvantaggiarsi Davide Leone (D’Amico-Bottecchia), Giorgio Cecchinel (Androni-Sidermec), Michele Scartezzini (Norda-MGKvis) e Alessandro Tonelli (Bardiani-CSF) nonostante una prima ora di corsa percorsa a basse velocità. La Lampre-Merida ha controllato in favore di Diego Ulissi e Sacha Modolo, i due capitani della squadra, mantenendo il distacco contenuto e mai preoccupante.

Nonostante diversi attacchi con il passare dei chilometri, e i fuggitivi ripresi ad un paio di tornate dalla conclusione, il gruppo è arrivato compatto all’ultimo giro nonostante il Muro di Cornaleto, 300 metri al 17% di pendenza. Giacomo Berlato (Nippo-Vini Fantini) ha provato ad evadere dal gruppo ma sempre la Lampre-Merida ha controllato la sua azione, andando a riassorbirlo a 8 chilometri dalla conclusione.

Sull’ultimo strappo hanno preso vantaggio Gianluca Brambilla (Etixx-QuickStep), Oscar Gatto (Tinkoff), Gianni Moscon (Team Sky), Giacomo Nizzolo (Trek-Segafredo) e Francesco Gavazzi (Androni-Sidermec). In discesa Brambilla ha preso vantaggio su tutti ma Nizzolo, in extremis, si è fiondato sulla sua ruota saltando gli altri corridori interposti.

All’interno dell’ultimo chilometro Brambilla ha tenuto alta l’andatura e Nizzolo, forte del suo spunto veloce, si è imposto con una volata di grande superiorità che l’ha portato ad una vittoria fondamentale per lui e per consacrarlo definitivamente come un corridore totale e adatto anche alle corse più impegnative. Alle spalle di questa coppia, Pippo Pozzato (Wilier-Triestina) ha regolato il gruppetto dei battuti ad una manciata di secondi dal vincitore.

About the Author

Andrea Schiavina
Nato a Bologna il 19/06/1965 titolo di studio Geometra, sport praticati a livello agonistico Nuoto, Pallanuoto, Football americano e Tennis. Appassionato di sport in genere, sono osservatore di calcio professionista, collaboro con Radio Nettuno, Abito a grizzana Morandi in provincia di Bologna sposato

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter