A Genova il Napoli vince 4-2 ma non basta per il secondo posto

Tutto facile per il Napoli, che vincono 4-2 con le reti di tutti e quattro i tenori, ma non riescono a cogliere il secondo posto visto il successo della Roma.

FORMAZIONI:

Sampdoria (4-3-1-2): Puggioni; Bereszynski, Silvestre, Skriniar, Regini; Barreto, Torreira, Linetty; Fernandes; Quagliarella, Schick. All. Giampaolo

Napoli (4-3-3): Reina; Hysaj, Chiriches, Koulibaly, Ghoulam; Zielinski, Jorginho, Hamsik; Callejon, Mertens, Insigne. All. Sarri.

CRONACA:
Il risultato è una partita bloccata, che solo una giocata di un campione può sbloccare. Tocca a Mertens quindi aprire le danze, con un delizioso pallonetto dal limite dell’area dopo l’errore della difesa blucerchiata. A questo punto il Napoli si comincia a divertire e mette in mostra il gioco che ha fatto godere i tifosi partenopei durante la stagione. Prima Insigne raddoppia con un goal dei suoi, illuminando la platea di Marassi; poi Hamsik firma il tris all’inizio del secondo tempo, chiudendo una manovra da manuale con assist finale di Callejon. La Sampdoria, con un sussulto di orgoglio, accorcia le distanze con il più classico dei goal dell’ex, timbrato da Quagliarella.

In campo però non c’è storia, c’è solo una squadra che continua a far girare il pallone in modo perfetto e armonioso. Il Napoli gioca sul velluto e trova anche il poker, con l’unico giocatore offensivo che mancava alla festa: Callejon, perfettamente servito dal solito Insigne. Il finale di partita regala il goal inutile di Alvarez e qualche coro spiacevole che ‘arriva’ in campo dalle tribune occupate dai tifosi della Sampdoria, di stampo razzista nei confronti della città di Napoli.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter