Genoa squadra molto interessante ma con molte assenze

Il Genoa e’ una squadra molto interessante, ma arriva a Bologna con qualche assenza molto pesante particolaremente in attacco.

Mister Juric, dopo il gran lavoro che ha compiuto a Crotone portandolo in serie A, anche a Genoa si sta facendo apprezzare per il suo calcio aggresivo e veloce, sta dimostrando anche di essere un’allenatore che riesce ad adattarsi alle esigenze cambiando il modulo di partenza che è il 3-4-3 con il 3-5-2 o il 3-4-1-2.

Contro il Bologna, non ci saranno Pandev ed Edenilson per squalifica ed Ocampos e Pavoletti per infortunio, ma rientrerà Miguel Veloso giocatore importantissimo per il centrocampo dei Grifoni.

Il gioco del Genoa di Juric e’ fondato in particolare, da una grande pressing  a centrocampo cercando di recuperare palla e ripartire in velocità, i due esterni di centrocampo sono sempre molto alti e pronti ad attacare la profondità, con Miguel Veloso che detta sapientemente i tempi del gioco.

Giocatori molto importanti per il Genoa oltre a Miguel Veloso, anche Rincon grande recuperatore di palloni e Laxalt ex rossoblu che sta diventando un grande esterno di centrocampo capace sia di fare bene in fase difensiva che in attacco ed anche pericoloso da fuori con il suo tiro improvviso e molto potente, da prendere con le molle anche Giovanni Simeone che giocherà al posto di Pavoletti, e’ un’ attaccante diverso, molto veloce che svaria su tutto il fronte dell’attacco ed è imprevedibile e che vede la porta molto bene con il fiuto del gol da vero bomber di razza.

I punti deboli del Genoa sono l’eccessiva aggressività che spesso carica di falli e cartellini i centrocampisti, oltre ad un calo fisico evidente negli ultimi 20 minuti, e la possibilità di inserirsi tra i due esterni di centrocampo ed il mediano di competenza, la difesa e’ lenta in particolar modo soffre i cambi di gioco improvvisi perdendo un po’ troppo facilmente le misure degli attaccanti, tanto è vero che si ipotizzare di un passaggio alla difesa a quattro,  la parte più debole del campo e’ la parte destra con Lazovic che fa molta più fatica in fase difensiva rispetto a Laxalt, quindi sarà importante l’atteggiamento molto aggresivo  di Kreici e Verdi e le sovrapposizioni di Masina e Krafth, sarà importante anche il movimento di Mattia Destro per far uscire dall’area uno dei tre difensori centrali per permettere gli inserimenti delle mezze ali, fondamentale anche la prestazione in regia di Nagy con aperture veloci e precise.

PROBABILI FORMAZIONI:

Genoa 3-4-1-2 

Perin, Gentiletti (Orban) Burdisso Izzo, Laxalt Veloso Rincon Lazovic, Luca Rigoni, Gapke Giovanni Simeone

Bologna 4-3-3

Da Costa, Krafth Gastaldello Maietta Masina, Taider Nagy Dzemaili, Verdi Destro Kreici

About the Author

Andrea Schiavina
Nato a Bologna il 19/06/1965 titolo di studio Geometra, sport praticati a livello agonistico Nuoto, Pallanuoto, Football americano e Tennis. Appassionato di sport in genere, sono osservatore di calcio professionista, collaboro con Radio Nettuno, Abito a grizzana Morandi in provincia di Bologna sposato

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter