Il Genoa piega la Fiorentina: 1-0

Il Genoa si sbarazza della Fiorentina grazie al gol di Darko Lazovic nel recupero della terza giornata. Bocca d’ossigeno per il Genoa, passo indietro per la Fiorentina.

FORMAZIONI:

Genoa (3-4-2-1): Perin; Izzo, Burdisso, Munoz; Lazovic, Veloso, Cofie, Laxalt; Rigoni, Ninkovic; Simeone. All. Juric.

Fiorentina (4-3-3): Tatarusanu; Salcedo, Rodriguez, Astori, Olivera; Vecino, Badelj, Sanchez; Bernardeschi, Zarate, Milic. All. Sousa.

CRONACA:

Si riparte dunque dal minuto 28, quello in cui la gara di tre mesi fa era stata sospesa. é un avvio terribile per la Fiorentina: Tatarusanu rischia subito di combinare la frittata, mancando il controllo sul retropassaggio di un compagno ed evitando proprio all’ultimo di compiere una clamorosa autorete. Ancora Tatarusanu esce malissimo al limite, Rigoni recupera ma Rodriguez salva sulla linea. Altra occasione per Simeone: ancora Rigoni lo cerca nell’area piccola, ma Simeone non ci arriva per un nulla in spaccata. A giocare é solo il Genoa. Mentre la Fiorentina non riesce proprio ad entrare in partita. Alla fine il gol del vantaggio del Genoa arriva al 37′ gran cross di Ninkovic per Darko Lazovi, che sbuca sul secondo palo anticipando un Olivera impalato e da due passi trafigge imparabilmente Tatarusanu.

Dopo l’intervallo entra in campo un’altra Fiorentina, anche se la prima occasione é sempre del Genoa: Simeone si libera bene all’entrata dell’area ma sparacchia in curva. Zarate si allarga sulla sinistra per far spazio a Kalinic e il suo rendimento ne risente in positivo: é il 59′ quando Zarate prende palla, resiste alla carica di un avversario e con una botta di destro fa tremare la traversa di Perin. E poco più tardi é sempre lui a spizzare da azione d’angolo, ma Vecino non arriva alla deviazione. Nei minuti finali i viola cercano in tutti i modi il pareggio, ma senza più creare occasioni davvero pericolose. Anzi: é Rigoni a mancare il colpo ko con destro da posizione ottima che va a sfiorare il palo di Tatarusanu. Bernardeschi é uno dei più attivi, ma Perin c’é. Tatarusanu dice no nel recupero a Ntcham.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter