Garcia vicino all’esonero pronto Spalletti

Le voci provenienti da trigoria hanno descritto di un Garcia tranquillo che ha diretto gli allenamenti della giornata mentre i vari rumors davano Spalletti (suo possibile o meglio quasi certo successore in caso di esonero) in viaggio verso Miami per discutere dell’occasione di tornare alla Roma con il presidente Pallotta.

La situazione a Roma è in continuo evolversi tra i vari dirigenti che si contendono lo scettro per la scelta definitiva in un contesto dove la squadra, costruita per dominare un campionato di certo alla sua portata si trova invece a fare i conti con una stagione non all’altezza e con un trend di risultati che se non invertiti la porteranno alla seconda consecutiva stagione deludente. Garcia e i suoi giocatori stanno ripetendo la stagione scorsa sotto il punto di vista delle prestazioni, un buonissimo inizio di campionato per poi subire un calo sia fisico che di gioco a partire da novembre. Il tecnico francese si dice determinato a voler restare alla guida della Roma convinto di poter risollevare le sorti della squadra ma il campo gli sta dando torto e il presidente sta decidendo ormai di optare per un cambio al timone della Roma.

Anche la dirigenza era spaccata sulla decisione di cambiare la guida tecnica ma le tante brutte figure in campionato, coppa italia e champions league  hanno portato Sabatini e Baldissoni ad assecondare le decisioni del presidente. Garcia a meno di ribaltoni dell’ultimo minuto sarà sollevato dall’incarico così che con il nuovo tecnico si troverà a dover recuperare i punti e il gioco perso in questi ultimi mesi. Dunque sta per essere scelto Spalletti come successore di Garcia, il tecnico di Certaldo sempre molto ben voluto dalla tifoseria giallorossa sta per tornare in sella e lo attenderà sicuramente un compito non facile, dovrà infatti far tornare voglia ed entusiasmo alla tifoseria e ricostruire un gioco che negli anni che lo avevano visto alla guida della Roma ha portato in bacheca una supercoppa italiana e due coppe Italia.

Il gioco e la condizione dovranno essere ritrovati subito perché domenica ci sarà la sfida con un Verona che terra duro fino a che la matematica sarà dalla sua e la seconda di ritorno vedrà impegnata la squadra capitolina al cospetto di una ormai ritrovata Juventus tornata in corsa per il titolo.

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter