Frosinone battuto: Cuadrado è l’uomo match

Il Frosinone ospita la squadra di Allegri con l’obiettivo di strappare tre punti difficilissimi ma fondamentali per la questione salvezza.

FORMAZIONI: Frosinone – Juventus

FROSINONE (4-3-3): Leali; Rosi, Blanchard, Russo, Crivello; Gori, Chibsah, Sammarco; Tonev, Ciofani D., Dionisi.

A disposizione: Zappino, Bardi, Frara, Gucher, Soddimo, Longo, Ciofani M., Paganini, Pavlovic, Carlini, Pryyma.

 

JUVENTUS (3-5-2): Buffon, Barzagli, Bonucci, Chiellini, Cuadrado, Sturaro, Marchisio, Pogba, Alex Sandro, Morata, Dybala.

A disposizione: Neto, Rubinho, Lichtsteiner, Rugani, Padoin, Lemina, Hernanes, Pereyra, Favilli.

 

CRONACA

Il Frosinone tenta l’impresa in casa contro i campioni in carica di Torino. La partita si rivela infatti fin da subito ruvida e molto complicata per i bianconeri. La squadra di casa risulta ben messa in campo e con pressing e palleggio ordinato riesce a mettere in difficoltà i bianconeri che, deficitari di diversi titolari, costruiscono un gioco confusionario e statico. La prima occasione da gol tuttavia si verifica per la Vecchia Signora al 5′ Alex Sandro con un destro a rientrare mette dentro un pallone interessante, Sturaro non arriva all’appuntamento col gol mancando clamorosamente la palla che scivola oltre la linea. E’ al 13′ che però il Frosinone di sveglia, Blanchard mette in mezzo all’area bianconera un pallone al bacio per Ciofani che di girata fa partire un bel tiro che per poco esce a lato. Da questo momento in poi la Juventus rallenta il gioco e non riesce più a costruire azioni pericolose e atte a sbloccare la partita. Ogni azioni bianconera è fermata da una difesa solida e ben organizzata che non aspetta a far ripartire gli attaccanti in contropiede quando si verificano le occasioni. Unico lampo degno di nota si verifica al 44′, Morata si invola verso la porta avversaria, vince due rimpalli e si presenta a tu per tu con Leali che esce e blocca l’offensiva dello spagnolo. Il primo tempo finisce sullo 0-0.

La seconda frazione di gioco ricomincia con la Juventus che aumenta i giri per trovare il vantaggio. Inizialmente ogni tentativo bianconero viene respinto dalla retroguardia dei padroni di casa. È però al 28′ che la partita si sblocca. Alex Sandro crossa da sinistra, pallone che arriva sui piedi di Cuadrado che davanti alla porta scocca una rasoiata di destro che buca la porta difesa da Leali. 1-0 Juve e partita che cambia volto. La squadra di Allegri ha trovato il giusto equilibrio e una maggiore serenità grazie al vantaggio ottenuto con tanta fatica e riesce a organizzare e gestire il gioco con sangue freddo. Al 45′ i bianconeri mettono la parola fine alla partita. Morata parte velocissimo in contropiede e appoggia per Dybala che col suo mancino micidiale infila Leali. La partita termina sul 2-0 con la Juve che si prepara al match scudetto della prossima settimana euforica per il Quattordicesimo trionfo consecutivo .

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter