FP2 GP BAKU: Ricciardo domina e la Red Bull sorride

Giornata di prove libere conclusa a Baku, in Azerbaijan, che ha visto i piloti e i team testare le monoposto nelle FP1 e nelle FP2 in vista dell’attesissimo quarto appuntamento del mondiale.

Dopo la sessione di questa mattina, animata dall’incidente di Max Verstappen, dai problemi in Ferrari e dal miglior tempo di Valtteri Bottas, i protagonisti della stagione sono tornati nel circuito cittadino alle ore 15 italiane per le FP2.
La situazione della casa di Maranello non sembra cambiata in modo particolarmente nel pomeriggio: i due piloti si sono sicuramente migliorati ma se da una parte Raikkonen è riuscito a portare a casa un secondo posto durante il tempo a disposizione, il suo compagno Vettel non è andato oltre l’undicesima posizione.
I due però hanno dimostrato un buon passo gara e soprattutto il tedesco beniamino della rossa ha ottenuto un 1:46.1 nel finale, un buonissimo risultato in prospettiva della gara. C’è quindi da lavorare sull’assetto della monoposto in vista delle qualifiche, ma la Ferrari ha ormai abituato i suoi tifosi a questo tipo di venerdì, un po’ spaventosi.
Situazione abbastanza tranquilla anche quella in casa Mercedes: Bottas, che anche nelle seconde libere precedere il campione in carica Hamilton, rispettivamente al quarto e quinto posto. I due si dicono tranquilli ma sono in molti a chiedersi se la Mercedes stia ancora nascondendo il suo reale potenziale o se ha semplicemente perso la supremazia motoristica che l’aveva fatta vincere nelle scorse stagioni.
A sorprendere è invece la Red Bull: nonostante i problemi che sta dando nel corso dei primi Gran Premi il giovane Verstappen, la macchina appare davvero in forma e Ricciardo non lascia spazio a nessuno nel corso della seconda sessione. È suo infatti il miglior crono di 1:42.795, un tempo che avrà sicuramente fatto sorridere il simpaticissimo australiano e che fa invece storcere il naso all’olandese, terzo dietro a Raikkonen.
Risultati contradditori quelli in casa McLaren: benissimo Alonso, sesto e primo degli “altri”, mentre malissimo Vandoorne, penultimo.
Bene anche Ocon, settimo, mentre un po’ sottotono rispetto alla mattinata il suo collega Sergio Perez, solo dodicesimo. Il piccolo monegasco Charles Leclerc, affezionato allievo della Ferrari Academy, continua il suo percorso da rookie con un bel sedicesimo posto mentre chiude ultimo il collega Ericcson, a causa di problemi al cambio della sua Alfa Romeo-Sauber.

PROVE LIBERE 2:
1. Daniel Ricciardo Red Bull 1:42.79
2. Kimi Raikkonen Ferrari +0.06
3. Max Verstappen Red Bull +0.11
4. Valtteri Bottas Mercedes +0.77
5. Lewis Hamilton Mercedes +0.80
6. Fernando Alonso McLaren +0.90
7. Esteban Ocon Force India +1.01
8. Carlos Sainz Renault Sport +1.03
9. Kevin Magnussen Haas +1.18
10. Nico Hulkenberg Renault Sport +1.29

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter