FP2: Daniel Ricciardo si conferma

Daniel Ricciardo, dopo aver fatto il miglior tempo nelle FP1, si conferm aanche nelle FP2. Sebastian Vettel 2°, 3° Bottas.

Si accedono i semafori per la seconda sessione di Libere all’Hungaroring. La temperatura dell’aria è salita a 25°C e quella dell’asfalto a 32°C. Raikkonen è il primo a saggiare l’asfalto pomeridiano, su gomma gialla. Mescola soft anche per Grosjean, Vettel e Ocon, che si accodano al finlandese. Magnussen e Ocon sono nel frattempo tornati al volante delle rispettive monoposto, ma il pilota della Haas deve attendere ai box che venga sistemata la monoposto, dopo il botto di Giovinazzi al mattino. Primo crono per Raikkonen, 1:20.08. Poi Vettel sale al comando in 1:20.05, terzo è Sainz, quindi Kvyat, Ocon e Grosjean. Quindi è il turno di Bottas, in 1:19.59 e poi in 1:19.54. Lo inseguono Vettel e Verstappen. Poi Hamilton si prende il terzo posto.

Poco dopo il britannico passa al comando con il tempo di 1.19.37, Verstappen è alle sue spalle. Seguono Bottas, Ricciardo, Vettel, Kimi, Alonso, Vandoorne, Kvyat e Massa. Breve apparizione al vertice da parte di Ricciardo, poi il pilota Mercedes si riappropria della vetta e scende a 1:18.77. Seguono a metà sessione, Raikkonen, Ricciardo, Verstappen, Bottas, Vettel, Alonso, Sainz, Kvyat e Vandoorne. Raikkonen è il primo a passare alla mescola rossa, seguito da Bottas, Vettel e Hamilton.

Primo crono in assetto simulazione di qualifica per Vettel, che si porta al comando in 1:18.638. Kimi alle sue spalle a 117 millesimi, mentre Hamilton ha alzato il piede nel secondo settore e abortito il proprio giro. Bottas sale al secondo posto. Ricciardo con la supersoft si porta davanti, in 1:18.45. A metà sessione, l’australiano guida la top ten seguito da Vettel, Bottas, Kimi, Hamilton, Verstappen, Hulkenberg, Sainz, Vandoorne e Ocon. Magnussen riesce finalmente a lasciare i box, ma ecco che sventola la bandiera rossa: la Sauber di Wehrlein sbatte violentemente contro le barriere. Tutto ok per il tedesco.

A trenta minuti dalla conclusione: Ricciardo, Vettel, Bottas, Kimi, Hamilton, Verstappen, Hulkenberg, Alonso, Sainz e Vandoorne. Si riparte, ma una decina di minuti più tardi, quando i piloti sono entrati in modalità passo gara, finisce contro le barriere anche la Renault di Palmer. Altra bandiera rossa.

Alla ripartenza i piloti proseguono con i long run: lavoro differenziato con le mescole per la Ferrari, mentre Red Bull e Mercedes girano rispettivamente con supersoft e soft. Magnussen si prende il quindicesimo posto. La bandiera a scacchi regala a Ricciardo anche la seconda sessione di Libere, davanti a Vettel e Bottas.

PROVE LIBERE 2:
1. Daniel Ricciardo Red Bull 1:18.45
2. Sebastian Vettel Ferrari +0.18
3. Valtteri Bottas Mercedes +0.20
4. Kimi Raikkonen Ferrari +0.30
5. Lewis Hamilton Mercedes +0.32
6. Max Verstappen Red Bull +0.49
7. Nico Hulkenberg Renault Sport +1.25
8. Fernando Alonso McLaren +1.36
9. Carlos Sainz Toro Rosso +1.37
10. Stoffel Vandoorne McLaren +1.45

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter