FP2: Daniel Ricciardo sempre al top

Daniel Ricciardo precede Verstappen e Vettel.

Ancora sole e caldo a Monaco, quando scatta la seconda sessione di Libere sul circuito cittadino più glamour del calendario. Magnussen, che al mattino aveva accumulato solamente 7 giri, si lancia per primo con la gomma rossa. Dietro di lui una manciata di piloti, tra cui anche il compagno di squadra Grosjean, che dopo appena tre minuti dal via ferma il cronometro a 1:16.16, con la gomma ultrasoft. Quindi si susseguono al vertice Leclerc e Vettel: con la ultrasoft il tedesco fa segnare 1:13.25. Le Red Bull lasciano a loro volta i box e subito Verstappen si prende la vetta della classifica, grazie al nuovo tempo record di 1:12.07, ottenuto sulla gomma hypersoft.

A venticinque minuti dal via però, sventola la prima bandiera rossa a Monaco: i piloti devono tornare ai box, mentre si cerca di capire chi o cosa sia il colpevole dello stop: si scopre essere un tombino, che verrà poi saldato permettendo ai piloti di ripartire a circa metà sessione. Intanto, Verstappen è al comando seguito da Vettel a oltre un secondo, quindi Ricciardo, Bottas, Hartley, Gasly, Hamilton, Raikkonen, Alonso e Hulkenberg. Bottas e Alonso sono gli unici con le ultrasoft, Hamilton in solitaria con la supersoft.

Alla ripartenza, Ricciardo si porta in seconda posizione, a 4 decimi dal compagno di squadra, ma poi Vettel si fa di nuovo sotto e gli strappa la piazza. Verstappen non si placa, e fa segnare un nuovo record: 1:12.03. I primi cinque protagonisti – Verstappen, Vettel, Ricciardo, Hamilton e Raikkonen – sono racchiusi in appena mezzo secondo. Tutti con la gomma hypersoft. Alle loro spalle, quando mancano trenta minuti alla conclusione, ci sono Bottas, Hulkenberg, Sainz, Alonso e Hartley.

Vandoorne fa suo l’ottavo tempo, mentre le Ferrari e Verstappen sono passate alla simulazione del passo gara. Ricciardo vuole invece tentare ancora una volta a migliorare il suo giro secco, e riesce infine a sbriciolare il record del compagno di box, fissandone uno nuovo: 1:11.84.
Nei minuti finali i piloti si dedicano ai long run, con Hamilton unico a girare – inutilmente secondo lui – con la mescola supersoft, mentre le due Red Bull completano la simulazione con la sola hypersoft.

PROVE LIBERE 2:
1. Daniel Ricciardo Red Bull 1:11.84
2. Max Verstappen Red Bull +0.19
3. Sebastian Vettel Ferrari +0.57
4. Lewis Hamilton Mercedes +0.69
5. Kimi Raikkonen Ferrari +0.70
6. Valtteri Bottas Mercedes +0.80
7. Nico Hulkenberg Renault Sport +1.20
8. Stoofel Vandoorne McLaren +1.23
9. Fernando Alonso McLaren +1.27
10. Carlos Sainz Renault Sport +1.35

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter