Formula 1 Gp Baku – Hamilton vince mentre alle spalle trionfa il caos

Non bisognerebbe chiedersi cosa sia successo durante il Gran Premio di Baku di questo mondiale 2018 ma piuttosto che cosa non sia successo. Tra incidenti, safety car, cambi di strategie, macchine a muro, scontri tra compagni di squadra, è davvero difficile trovare qualcosa che non si sia presentato davanti agli occhi dei piloti durante i 51 giri di questa domenica pomeriggio.

Il Gp di Baku è solo al suo terzo appuntamento ma sembra proprio che questo circuito cittadino riservi ai piloti la possibilità di sorprendere, sorpassare ma soprattutto di sbagliare.
Partendo dalla partenza con doppio incidente fino ad arrivare al finale al cardiopalma, niente in Azerbaijan è andato come sembrava dovesse andare. Al via è partito bene Vettel, seguito dalle due Mercedes, ma alle loro spalle il caos: Esteban Ocon e Kimi Raikkonen si sono colpiti, e il pilota Force India ha subito avuto la peggio, costretto al ritiro. Contemporaneamente Sergey Sirotkin è rimasto coinvolto in uno scontro con Fernando Alonso, il ragazzo Williams si è ritirato mentre Alonso è riuscito ad arrivare ai box con due ruote forate.
La gara è proseguita tra lotte interne, come quella che per tutti i giri ha coinvolto i due ragazzi Red Bull, e tentativi di prendere posizioni, come è avvenuto tra Ferrari e Mercedes nelle prime posizioni.
Al trentanovesimo giro però è di nuovo scoppiato un putiferio incontenibile: con un doppio cambio di traiettoria Max Verstappen ha chiuso la strada per il sorpasso del suo compagno, Daniel Ricciardo, causando un incidente terrificante per il team e costringendo inevitabilmente entrambi i ragazzi del Toro al ritiro. Giornata nera per entrambi che ha inoltre causato, ovviamente, l’entrata in scena di una nuova SC e il cambio di strategie e pit-stop dei top team rimasti in gara. Safety car allungata dall’uscita di pista di Romain Grosjean, per lui un banalissimo errore è costato punti importanti in una gara al top.
Alla ripartenza quindi la situazione si è presentata completamente ribaltata e un errore di Vettel nel tentativo di sorpasso su Bottas lo ha costretto a doversi accontentare della quarta posizione. Davanti a lui però proprio Valtteri Bottas ha forato, a causa di un detrito, a soli due giri dalla fine. Per lui una sfortunatissima chiusura di giornata quando pensava di avere già in mano la vittoria. Il primo posto è quindi andato a un inaspettato Lewis Hamilton, seguito da Kimi Raikkonen e Sergio Perez, su Force India.
Uno strano podio per una strana e incredibile gara che ribalta i risultati mondiali e vede ora Hamilton al primo posto a +4 da Vettel.
Ancora tanti ovviamente gli episodi da chiarire dopo tutto quello che è successo in gara, su tutti gli incidenti rimane un grande punto di domanda su quello di Ricciardo e Verstappen, incidente di pista o responsabilità di qualcuno?
La FIA sta inoltre prendendo tempo per valutare una situazione di uso DRS di Sergio Perez e sta anche valutando le responsabilità di Ocon e Raikkonen nel loro scontro al primo giro.

ORDINE D’ARRIVO:
1. Lewis Hamilton Mercedes 1:43.44.29
2. Kimi Raikkonen Ferrari +2.46
3. Sergio Perez Force India +4.02
4. Sebastian Vettel Ferrari +5.32
5. Carlos Sainz Renault Sport +7.51
6. Charles Leclerc Sauber +9.15
7. Fernando Alonso McLaren +10.93
8. Lance Stroll Williams +12.54
9. Stoffel Vandoorne +14.15
10. Brendon Hartley Toro Rosso +18.03

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter