Fiorentina quinta, il Palermo sorpassa il Carpi: 0-0 a Firenze

Fiorentina e Palermo si affrontano per blindare rispettivamente l’Europa e la salvezza: ai viola basta una punto per ufficializzare il quinto posto, i rosanero non devono perdere per evitare brutte sorprese nell’ultima giornata.

FORMAZIONI: Fiorentina – Palermo

La novità di formazione nella Fiorentina è Pasqual, che giocherà oggi la sua ultima partita in maglia viola. In difesa Roncaglia, Astori e Rodriguez. In porta Tatarusanu. Sull’altra fascia Bernardeschi, davanti ci sono Zarate e Ilicic dietro Kalinic. Borja Valero scala a centrocampo con Badelj.

Non cambia il Palermo rispetto alle ultime uscite: sarà ancora 3-4-1-2 con Quaison e Vazquez a supporto di Gilardino. A centrocampo confermato Maresca con Hiljemark, sulle fasce Rispoli e Morganella. In difesa Cionek, Gonzalez ed Andelkovic. In porta Sorrentino.

CRONACA:

Primo tempo con la Fiorentina in avanti alla ricerca del gol per chiudere subito la partita. Ci provano prima Kalinic che su liscio di Gonzalez trova la porta ma il tiro è troppo debole per impensierire Sorrentino, poi è il turno di Zarate che palla al piede entra in area ma sbaglia di poco la conclusione. Il Palermo si chiude bene e cerca di sfruttare i contropiedi ma la difesa viola si fa trovare attenta.

Dopo 11 anni in viola Pasqual saluta i suoi tifosi con la fascia di capitano al braccio. In settimana la società gigliata gli ha comunicato che non rinnoveranno il contratto e Sousa gli dà l’opportunità di disputare l’ultima gara da titolare al Franchi. Al 15’ viene sostituito da Alonso ed il Franchi gli dedica una standing ovation ricca di applausi e cori tutti per lui. Ballardini opta per una squadra tutta sulla difensiva sacrificando anche i giocatori più offensivi a rimanere dietro. L’obiettivo è non prendere goal e cercare di sfruttare le ripartenze. Anche nella ripresa i viola premono ma si infrangono sul palo quando Zarate serve un assist al bacio per Kalinic, il croato però colpisce il legno. Poco dopo è Alonso a calciare alto a due passi dalla porta difesa da Sorrentino.

Un punto per uno non fa male a nessuno visti gli altri risultati. La sconfitta interna del Carpi permette ai rosanero di piazzarsi al quartultimo posto valido per la salvezza. I viola invece mantengono tre punti di distanza dal Sassuolo, e visti gli scontri diretti in favore dei ragazzi di Sousa ottengono la qualificazione per la prossima Europa League.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter